Derby di Roma, la Curva Nord senza coreografia: “Non ci sono fondi”

0
Stadio Olimpico, Roma, Lazio, fonte Di Alexdevil - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=13654146
Stadio Olimpico, Roma, Lazio, fonte Di Alexdevil - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=13654146

Mancano poche ore al calcio di inizio del derby della capitale, Roma e Lazio si affronteranno in un Olimpico da 45 mila spettatori, con i giallorossi costretti a vincere per uscire dalla crisi e i biancocelesti desiderosi di dare continuità alle 4 vittorie consecutive.

Mancherà però la consueta sfida di coreografie tra le tifoserie, già perché mentre i tifosi della Roma sono pronti a dare spettacolo prima del fischio di inizio, quelli della Lazio non faranno alcuna coreografia, ufficialmente per mancanza di fondi. Così Gli Irriducibili, ultrà storici biancocelesti, entreranno cinque minuti dopo il fischio d’inizio per protesta contro gli altri tifosi che non li sostengono economicamente. Ecco il comunicato:

“Purtroppo come avevamo preannunciato domani la Curva Nord non attuerà nessun tipo di scenografia contro repressioni e benpensanti! Entreremo a partita iniziata! Noi al contrario di chi avremo di fronte abbiamo dato durante gli anni alla nostra tifoseria la possibilità di tornare a casa comunque vittoriosa a prescindere dal risultato sportivo. Questa volta tutto questo non ci sarà! Ci saranno comunque 90 minuti di tifo incessante per la nostra amata Lazio. Non imponiamo a nessuno la nostra decisione in quanto è una scelta di gruppo. Ma chiediamo comunque di non occupare i posti in basso della Curva fino alla nostra entrata”.