Dissesto, la nuova Giunta, Consiglio Comunale in Streaming: Raffaele Bene a ruota libera su ‘La Res Publica’

0
res publica trasmissione bene casoria zanfardino

Raffaele Bene a tutto tondo durante l’intervista a ‘La Res Publica’, trasmissione in onda in diretta sulla pagina Facebook della testata dailynews24.it (è possibile vederla anche su YouTube a questo link). Intervistato dal nostro direttore responsabile Raffaele Zanfardino, il Sindaco di Casoria ha risposto a diversi temi che riguardano la città. Primo tra tutti, il Consiglio Comunale in streaming del 30 dicembre 2020.

Siamo nel pieno di una pandemia, io poche settimane fa sono uscito dall’isolamento, sono stato un mese chiuso in una stanza, c’è stato un consigliere che solo pochi giorni fa si è negativizzato. Abbiamo una media di oltre 800 attuali positivi e ci si chiede perché il Consiglio Comunale si fa in streaming?  – ha risposto il Primo Cittadino – Se qualcuno pensa di volerlo fare in presenza perché urlando può condizionare gli altri, siamo su fronti completamente opposti. Anche il prossimo consiglio comunale si farà in streaming”.

Proprio in quel Consiglio Comunale è stata approvata l’acquisizione del Parco Buontempo, che “mette un primo punto rispetto a una vicenda complessa”.

Raffaele Bene, a domanda diretta, ha anche dato dei tempi di approvazione del PUC: “Arriverà in Giunta entro un mese per poi approvarlo in Consiglio Comunale entro l’anno”, ha sostenuto. Sul PICS, invece, ha sottolineato come “in un anno e mezzo abbiamo bruciato le tappe e arriveremo nel breve periodo, i primi febbraio, a firmare l’accordo di programma con la Regione Campania per avviare la procedura per gli interventi.

Si è parlato anche di quello che ormai è stato definitivo “gossip politico”, cioè la formazione della nuova giunta. Su Marianna Riccardi, assessore alle Politiche Sociali e candidata in una lista collegata a Pasquale Fuccio alle scorse elezioni, il Sindaco è stato chiaro: “Parlo con tutti coloro che hanno a cuore la città. La sua nomina prescinde dai personalismi e Marianna ha mostrato già in passato le sue competenze. Ora è stata chiamata a una sfida molto importante sul solco di un lavoro straordinario fatto dal precedente assessore”.

Incalzato anche sulla nomina di Francesco Girardi, Bene è stato chiaro: “È una persona competente. Che sia il parente di qualcun’altro a me non interessa”.

Tornando a parlare di problemi dei cittadini, il Primo Cittadino di Casoria ha parlato anche del mancato accesso al finanziamento di videosorveglianza. Bene ha spiegato che la “richiesta rientra tra quelli non finanziabili. Ciò è frutto di quello che abbiamo ereditato in passato che non ci ha permesso di avere il cofinanziamento e disporre di un servizio fondamentale. Il cofinanziamento era un requisito fondamentale per accedere a questi fondi”.

Per quanto riguarda il dissesto, “abbiamo ereditato un disavanzo di 40 milioni di euro. La politica deve fare delle scelte: oggi solo il 30% dei cittadini paga le tasse e, quindi, le istituzioni devono votare degli atti per garantire dei servizi. Il dissesto può un’opportunità per il futuro perché siamo sgravati dall’eredità del passato”.

Si è parlato anche della voragine di Largo San Mauro del primo luglio 2019: “La voragine a Largo San Mauro è stata una ferita: grazie a un clima di supporto da parte di tutti abbiamo accelerato i tempi. Attualmente c’è un monitoraggio costante dell’area: tutti i centri storici delle nostre comunità nell’hinterland napoletano sono caratterizzate da cavità particolarmente delicate”.

Il Sindaco ha chiarito anche perché il Palazzetto dello Sport è stato chiuso: “I lavori delle Universiadi hanno riguardato solo parzialmente il Palazzetto dello Sport poiché non hanno previsto l’impermeabilizzazione del Palazzetto. Quando piove, piove dentro per intenderci. Abbiamo avuto una interlocuzione con la Regione Campania: se andrà bene la nostra domanda, accederemo a un finanziamento che ci consentirà di impermeabilizzare il Palazzetto e anche fare lavori di riqualificazione del parquet”.

La chiusura dell’intervista è stata rivolta alla piccola Rosanna, affetta da Sma. Il Sindaco Bene ha dedicato un post sulla sua pagina Facebook alla vicenda della piccola: “È stato giusto e doveroso manifestare questa vicinanza. La piccola ha bisogno di un farmaco molto costoso, che costa due milioni di euro”.