Distillare le bucce d’arancia: ecco come fare

0

 

Distillare le bucce d’arancia può portare ad avere sempre con sé una tra le più buone fragranze che la natura ci ha donato. Come vedremo in seguito questo elemento è inoltre dotato di una serie di proprietà che fanno molto bene alla salute.

 

 

Distillare le bucce d’arancia può essere un’operazione molto semplice ma nel contempo richiede alcune conoscenze tecniche oltre al fatto di dover scegliere la tipologia d’arancio per ottenere l’olio essenziale di arancio amaro o dolce. Il frutto da scegliere dev’essere per forza maturato in modo naturale e meglio ancora se biologico quindi privo di sostanze chimiche. Vediamo quindi quali sono le proprietà del distillato.

 

Prima di cominciare a distillare le bucce d’arancia è bene ricordare che l’olio essenziale di bucce d’arancio amaro ha caratteristiche differenti da quello con bucce d’arancia dolce. Nel primo caso infatti è indicato ogni volta che si sente la necessità di stimolare il proprio metabolismo senza dimenticare che possiede anche proprietà astringenti. Il distillato di bucce d’arancia dolce ha invece delle caratteristiche tranquillanti in grado di avere un’azione calmante e sedativo. Inoltre è anche un buon digestivo.  Come tutti i distillati anche in questo caso tutto il materiale viene estratto tramite la tecnica della corrente in vapore che consiste nella separazione naturale di due componenti profondamente eterogenei. Essendo i due componenti non né miscelabili né solubili possono essere separati mediante questa specifica tecnica di distillazione. Per ottenere l’olio essenziale è necessario riempire la caldaia d’acqua inserendo il prodotto nella pagliuzza di rame presente nella colonna a filtro quindi far scaldare tutto nel fornello fino a portare l’acqua ad ebolizione.
Per distillare le bucce d’arancia il ruolo essenziale è l’Alambicco per distillazione in corrente vapore che, grazie alla sua particolare forma, offre una perfetta estrazione dell’olio essenziale mantenendo tutte le caratteristiche . Questa tipologia di alambicco si differenzia da tutti gli atri per avere la colonna filtro che ha lo scopo, come si può facilmente intuire, ha lo scopo di bloccare tutte le impurità facendo passare solo l’essenza del prodotto, in questo caso le bucce dell’arancia.  In questo articolo stiamo trattando il distillatore a fungo ma ne esiste anche una versione a serpentina. Un altro elemento indispensabile per la separazione liquido a liquido è l’imbuto separatore che consente di una miscela di liquidi aventi caratteristiche e densità differenti. Normalmente questo dispositivo con una parte a forma di cono con una semisfera con un tubo lungo e stretto.