martedì, Maggio 21, 2024
HomeCronacaDivieto spostamenti tra Regioni, il termine al 15 febbraio: tutto quello che...

Divieto spostamenti tra Regioni, il termine al 15 febbraio: tutto quello che succederà dopo

Sarà il nuovo governo a fare una valutazione sulla mobilità tra le Regioni nelle diverse fasce e in particolar modo in fascia gialla

ll prossimo 15 febbraio andrà in scadenza il decreto che aveva sancito il divieto per quanto riguarda gli spostamenti tra Regioni. Da giorni tuttavia si sta valutando di prolungare tale misura restrittiva ben oltre la data di scadenza.

Il problema, però, è che il governo attualmente in carica può occuparsi solo degli affari correnti, essendo un governo dimissionario. Il Presidente della Repubblica Mattarella lo scorso martedì ha affidato l’incarico a Mario Draghi, ma sebbene il premier incaricato potrebbe a breve sciogliere la riserva, e presentare a Mattarella la sua lista di ministri, la scadenza del decreto è imminente.

Solo un presidente del Consiglio nel pieno delle sue funzioni, dunque non Draghi nel suo stato attuale, può varare un nuovo Dpcm che limiti le libertà personali, dopo un passaggio comunque fondamentale al Consiglio dei ministri.

Se dunque non si dovessero prendere ulteriori provvedimenti, dal 16 febbraio sarà di nuovo possibile muoversi tra le varie Regioni, anche se in base ai dati epidemiologici questo sarebbe tutt’altro che consigliabile, dato l’attuale tasso di positività al 5,6% (+0,9% rispetto al giorno precedente).

Bisognerebbe dunque capire chi può emanare un nuovo decreto prima del 15 febbraio. “Sull’eventuale proroga non può che decidere il nuovo esecutivo, che probabilmente vedrà la luce entro questa settimana. Se si procede senza intoppi dopo il secondo giro di consultazioni, i ministri potrebbero giurare già questo venerdì”, riporta Fanpage.

“Il passaggio successivo sarebbe però quello del voto di fiducia in Parlamento. E questo probabilmente non sarà fissato prima di martedì 16, troppo tardi per intervenire sulle regole anti Covid in scadenza. Quindi si aprirebbero due strade, come scrive il Corriere della Sera: il governo potrebbe varare comunque il nuovo decreto, prima della fiducia, oppure potrebbe far decadere quello in vigore”.

“Sarà il nuovo governo a fare una valutazione, sulla base del quadro epidemiologico, sulla mobilità tra le Regioni nelle diverse fasce e in particolar modo in fascia gialla, anche perché – ha spiegato il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia – eventuali misure limitative necessitano di un apposito decreto”.

 

Sara Leombruno
Sara Leombruno
Sara Leombruno, 1997, nata a Giugliano in Campania (NA). Laureata in Lingue, lettere e culture dell'Europa e studentessa presso la Facoltà di Editoria e giornalismo all'Università di Verona.
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME