Da Doha a Torino, la vendetta della Juventus: c’è il Milan

Subito per i bianconeri l’occasione di vendicare la sconfitta di un mese fa in Supercoppa

0

Quando quest’anno la Vecchia Signora vede il Diavolo, sono dolori. Due partite e due sconfitte, in campionato a San Siro grazie alla bomba da fuori del baby Locatelli: esattamente un mese fa invece ci pensò Pasalic a firmare il gol decisivo dal dischetto nella lotteria dei rigori che mandò la squadra di Allegri ko nella Supercoppa Italiana. Ora si passa ai quarti di finale di Coppa Italia, ancora partita secca, ma si gioca allo Juventus Stadium. I bianconeri ci arrivano incattiviti dalle recenti critiche, forse eccessive, post sconfitta con la Fiorentina e che già erano iniziate proprio in seguito alla sconfitta col Milan ai rigori. Per la squadra di Montella invece l’occasione di ribadire la supremazia nelle sfide coi bianconeri quest’anno e di reagire alla fresca sconfitta casalinga col Napoli.

Juventus-Milan ai raggi X

90 minuti o forse più per un match mai banale e che mette in palio la semifinale di Coppa Italia. Per la Juventus un obiettivo sicuramente secondario rispetto al sesto storico scudetto di fila e soprattutto alla Champions League che manca ormai da 21 anni. Non è però il momento migliore per lasciarsi andare a facili rilassamenti e ad un turn over esagerato, nonostante la grande profondità di rosa delle zebre. Le critiche a squadra ed Allegri nel recente periodo hanno portato ad una prepotente reazione degli undici mandati in campo con la Lazio, annichilita in appena un quarto d’ora da Dybala ed Higuain. La svolta tattica di Allegri, 4-2-3-1 e Mandzukic titolare ha dato ottimi risultati e non è escluso si ripresenti col Milan. Un’eliminazione sarebbe un’ulteriore goccia su un vaso che sembra prossimo a traboccare, portando all’addio di Allegri a fine stagione.

Il Milan arriva al match consapevole di avere nella Coppa Italia il solo intermezzo settimanale di quest’anno, orfana dell’Europa. La trasferta non aiuta ma i rossoneri si sono sempre espressi bene con le grandi quest’anno, anche nelle sconfitte. Per attitudine Montella ha impostato una formazione ben compatta ed abile in contropiede, armi utili contro la squadra di Allegri. Potrebbe esserci un’arma in più a servizio dell’aeroplanino, è ufficiale da poche ore l’arrivo dello spagnolo Deulofeu in prestito dall’Everton ma ancora legato al Barça. Il prodotto blaugrana era il rinforzo cercato da Galliani, abile nel giocare su entrambe le fasce, ben conosce Suso, compagno in Under 21. Con la rimonta dell’Inter in campionato la vittoria della competizione non dev’essere un obiettivo fine a sé stesso: i rossoneri infatti hanno la possibilità di cercare il pass per l’Europa anche attraverso la coppa nazionale, visto l’attuale sesto posto in Serie A.

Gli analisti di Bwin danno la Juve nettamente favorita sul Milan, con un divario di ben sette punti tra la vittoria bianconera e quella rossonera, quote che risentono delle recenti prestazioni controverse delle due squadre. Sarà una sfida fondamentale per entrambe, chi vince è lanciato verso uno degli obiettivi di stagione, chi ne uscirà sconfitto rischia di perdere non solo la possibilità di vincere un trofeo ma anche di subire contraccolpi psicologici nell’immediato turno di campionato. L’appuntamento è allo Juventus Stadium alle 20.45, in caso di parità si andrà ai supplementari ed eventualmente ai rigori. Che alla Juventus contro il Milan non susciteranno grandi ricordi.