Dpcm e nuove restrizioni per il Natale, tra possibili allentamenti e limitazioni

0
Dpcm e nuove restrizioni
Christmas Tree, Fonte Wikimedia Commons

Ormai è questione di pochi giorni, il Dpcm e le conseguenti nuove restrizioni saranno note al pubblico il 3 dicembre. Il tutto entrerà invece in vigore il giorno successivo, ma cosa dobbiamo aspettarci? Sicuramente provvedimenti per le feste in arrivo, Natale e Capodanno. Ma si tratterà di allentamenti delle attuali regole da rispettare? O di misure più severe?

LIMITAZIONI NATALIZIE – Considerando che sempre più regioni dell’Italia stanno diventando gialle o al massimo arancione, la situazione epidemiologica sembra stabilizzarsi lentamente. I coprifuochi e le quarantene stanno finalmente dando i loro frutti. Tanto da convincere molti ad allentare, appunto, le misure restrittive attuali. Ma non tutti la pensano allo stesso modo.

Infatti diversi esperti valutano al contrario l’opzione inversa, provvedimenti più rigorosi onde evitare la comparsa di nuovi focolai. Specialmente con le feste natalizie e di fine anno ormai prossime.

In tal senso il Governo starebbe ragionando su limitazioni da imporre ai cittadini solo durante quel periodo ben specifico. Più precisamente dalla settimana prima del giorno 25 dicembre fino all’inizio del mese successivo. Tali limitazioni non dovrebbero essere annunciate già dal 3 dicembre, bensì più in là, in quanto devono ancora essere decise. Tuttavia si parla già di divieti di spostamento tra regioni e quarantene per chi rientrasse da paesi esteri. Un blocco generale, persino nelle zone gialle, non è quindi da escludere.

NUOVO DPCM – Le nuove restrizioni o meno del prossimo Dpcm invece potrebbero essere le seguenti. Un’apertura prolungata dei negozi, probabilmente fino alle 21 in modo da evitare assembramenti da shopping. In tal senso i centri commerciali potrebbero riaprire i battenti nel week end. Mentre invece il coprifuoco rimane fissato per le 22 e i ristoranti in zona gialla dovranno sempre chiudere dopo le 18 e forse addirittura durante le intere giornate di Natale e di Santo Stefano.