Il duro sfogo di Jovetic fa tremare l’Inter: “Non sono qui per fare numero! Ho un messaggio per Mancini!”

0

Si spengono le luci di San Siro. L’Inter chiude l’annata nel proprio stadio con i tre punti. Icardi e Perisic stendono l’Empoli e regalano ai tifosi interisti la matematica certezza dell’ingresso in Europa League dalla porta principale, senza passare per i preliminari. Certo, l’ambiente nerazzurro avrebbe sperato in ben altro obiettivo, ma tant’è.

IL MERCATO – In vista della prossima stagione bisognerà fare uno step superiore e puntare decisi alla Champions, se non a qualcosa in più. In società lo sanno benissimo. Ecco perché si pensano nomi di altissimo profilo sul mercato europeo. Non mancano, però, i malumori all’interno dell’Inter. L’ultimo è stato espresso, ai microfoni di Sky Sport, da Stevan Jovetic. L’attaccante montenegrino, nel post-gara con l’Empoli, si è lasciato andare ad un amaro sfogo, commentando quello che è stato il suo rendimento stagionale: “Fino a gennaio ho fatto bene. Quando è iniziato il 2016, però, sono stato tolto per due mesi, ho giocato poco. Di certo non potevo fare gol dalla panchina. Non accetterei di essere gestito così anche nella prossima stagione. Mancini e la società lo sanno. Sono venuto qui per giocare sempre e posso giocare sempre. Io dò sempre il massimo, poi ci sono delle scelte che vanno rispettate. Di certo non resto qui per riscaldare la panchina. Ho detto di voler restare, ma bisogna parlarne bene. Il calcio italiano, per me, è in flessione in questi anni”. Si apre un caso Jovetic? Staremo a vedere. Le sirene di mercato sono sempre accese.