Dybala dichiara amore per la Juve e allontana il Barcellona: “Qui sto molto bene. Messi? Sono solo me stesso…”

0

11: le vittorie consecutive della Juve in campionato. 21: il numero di maglia di un certo Paulo Dybala. Due numeri, un’unica sentenza. Un argentino che sta facendo sempre più la differenza, tanto per intenderci. Fino a qualche mese fa nella mente e nel cuore di tutti c’era Tevez, ora c’è lui. Nessun rimpianto, dunque. Dybala è il nuovo oro bianconero. Inutile dire che i grandi club hanno già messo gli occhi su di lui. Inevitabile con un mercato così globale. La società più attiva da questo punto di vista potrebbe rivelarsi il Barcellona. Lui, intanto, pensa a tutt’altro e giura amore ai colori bianconeri. Lo ha rivelato nel corso di un’intervista concessa stamane al Corriere dello Sport. Le sue parole sono musica per le orecchie del calcio italiano: “Non sono ancora Messi, cerco solo di essere me stesso e di crescere ogni giorno con l’impegno ed il lavoro. Spero di arrivarci a quei livelli, anche se è difficile. Innanzitutto voglio conoscerlo perché non ci siamo mai incrociati. Ho ancora tanto da migliorare, soprattutto con il piede destro. Sì, è vero, domenica c’erano i dirigenti del Barcellona a vedere me e Pogba in azione, ma i tifosi non devono preoccuparsi. Io sto molto bene qui e non voglio andarmene. Oggi più che mai sono contento di quello che sto facendo. Mi sento come a Palermo tempo fa. All’inizio non mi aspettavo di giocare e segnare così tanto. Mi sono sorpreso da solo. L’obiettivo rimane sempre uno. Mi gratifica il duello con Higuain. Lui è fortissimo, lo ha dimostrato anche al Real Madrid, vincendo tanti trofei, e ora lo sta dimostrando al Napoli. Mi fa piacere che segni, speriamo non lo faccia contro di noi. A lui invidio il suo destro. Per lo scudetto non c’è solo il Napoli. Rientreranno anche Inter e Fiorentina. Mai dire mai”.