Dybala tra i più grandi Campioni della Juve: ecco la classifica che lo incorona Re!

0

Manca solo la ciliegina sulla torta: la Coppa Italia. La Juve non vuole lasciarsi sfuggire niente per coronare una stagione, soprattutto nella seconda parte, a dir poco trionfale. Non ci sembrano speranze per il Milan attuale, anche se il calcio moderno è diventato piuttosto imprevedibile. E’ per questo che Allegri pretende massima concentrazione dai suoi. Non sono ammessi cali.

IL CAMPIONE – La Juve, in questa stagione, si è ritrovato in casa un Top Player, senza, forse, neanche saperlo: Paulo Dybala è tra i più grandi. L’attaccante argentino ha bruciato le tappe nella sua prima stagione bianconera, raggiungendo e superando tanti campioni che lo hanno preceduto in una speciale classifica. Soltanto gente come Michel Platini e Filippo Inzaghi hanno fatto meglio di lui all’esordio con questa maglia. Con la doppietta di sabato alla Sampdoria, infatti, la Joya è arrivato a quota 23 reti complessive con la maglia della Juve, superando il connazionale di cui ha raccolto l’eredità, vale a dire Carlos Tevez, che nella stagione 2013/2014 si era fermato a quota 21. Una grandissima soddisfazione per un ragazzo che ha ancora tantissimi margini di miglioramento. Dybala, in questo senso, è dietro soltanto a Le Roi Michel che, nella stagione 1982/1983, ha messo la firma su 28 gol, e di SuperPippo, arrivato a 27 nel 1997/1998. Tutta gente che ha scritto la storia, tanto per dire. Alle spalle di Dybala ci sono altri grandi personaggi bianconeri come Roberto Bettega (22 gol nel 1970/1971), Zlatan Ibrahimovic (16), David Trezeguet (che nel 2000/2001 si era presentato con 15 centri) Christian Vieri (14) e Gianluca Vialli (13). Un’altra classifica lo fa primeggiare per quanto riguarda le reti complessive segnate in campionato, sempre con la casacca bianconera: anche qui Dybala è in testa con 19 gol, come Tevez e meglio di tutti gli altri. Seguono Inzaghi con 18, Ibrahimovic e Platini con 16, Trezeguet con 14 e Bettega con 13. Platini svetta, invece, con 7 reti in Coppa Italia, dove Paulo è fermo a 3, mentre Bettega e Inzaghi con 6 centri sono stati i migliori nelle competizioni internazionali, davanti a Platini, Vieri e Vialli a 5. Qui il bomber argentino è un po’ più carente, avendo segnato solo un gol in Champions League contro il Bayern Monaco, ma il tempo è dalla sua parte. Al primo anno di Juve si può questo ed altro. I top club, inevitabilmente, hanno messo gli occhi su di lui, ma a Torino se lo tengono molto stretto. Ovvio che sia una Joya!