Dzeko-Juve, la trattativa si complica: il bosniaco non chiederà la cessione alla Roma

Le ultime di mercato sulla trattativa tra l'attaccante bosniaco e i bianconeri

0
Edin Dzeko, fonte By Ailura, CC BY-SA 3.0 AT, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=39395900
Edin Dzeko, fonte By Ailura, CC BY-SA 3.0 AT, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=39395900

La trattativa tra Juventus e Roma per il trasferimento di Edin Dzeko alla corte di Andrea Pirlo non è così semplice come si credeva e nelle ultime ore l’affare avrebbe subìto una battuta d’arresto.

Il centravanti bosniaco è molto legato alla Roma, la famiglia si trova bene e la moglie (partorirà a settembre) preferirebbe restare nella capitale. La società, inoltre, ha fatto sapere che lascerà partire il giocatore solo se fosse lui a chiederlo e in caso di offerta da almeno 15 milioni di euro.

Dzeko sta bene nella capitale e non è intenzionato a chiedere di andar via. Il rapporto con la piazza è molto forte e l’arrivo della nuova proprietà ha portato una ventata di ottimismo per l’immediato futuro. L’attaccante partirà solo se sarà la Roma a metterlo alla porta, ma al momento questi presupposti non ci sono.

A complicare maggiormente la situazione sono poi le richieste di Aurelio De Laurentiis per Milik, primo obiettivo dei giallorossi in caso di partenza del bosniaco. Il patron partenopeo chiede 20 milioni più i cartellini di Under e Riccardi o in alternativa uno scambio Milik/Maksimovic e Under/Veretout, entrambe ipotesi scartate dai giallorossi.

Ecco perché a farne le spese sarebbe la Juventus, che nelle ultime ore si sta muovendo con decisione su Luis Suarez, in uscita dal Barcellona. Da non escludere un ritorno di fiamma dei bianconeri proprio per Milik, con cui c’è già l’accordo contrattuale.