E…e se Pirlo andasse all’Inter?

0

Andrea Pirlo all’Inter, é forse fantamercato? Può davvero essere così assurda l’idea di vedere di nuovo Mozart  fare magie e deliziare i tifosi italiani? L’Inter ci sta pensando davvero: è infatti notizia di poco, notizia rimbalzata con veemenza dal portale sportmediaset ,con tutti i crismi della notiziona, di una chiamata tra mister Mancini ed il genio di Brescia. Sarà stata solo una telefonata di cortesia? Beh, dati gli interpreti è semplicissimo giungere a conclusioni magari anche un po affrettate, ma sicuramente molto suggestive. In effetti, il centrocampo muscoloso dell’Inter manca di classe e talento, manca del giocatore che accarezza il pallone, che organizza il gioco, che controlla le redini della mediana. Quindi, al di la del sogno, quello di Pirlo sarebbe un’acquisto tatticamente parlando ideale. D’altro canto di giocatori come il bresciano ce ne sono sempre di meno.

 

Va detto, inoltre, che anche Pirlo andrebbe a guadagnarci, dal momento che giocando nel campionato italiano (più competitivo di quello degli yankees), sarebbe molto più visibile in ottica nazionale. In tal modo ripercorrerebbe un po le gesta di David Beckham, che giocò al Milan durante la pausa del campionato americano.  Solo che poi Beckham decise di rimanere ai rossoneri, rompendosi il tendine d’Achille e tanti saluti ai Los Angeles Galaxy. E quindi a ragion veduta è semplice intuire come il New York tenterà di opporsi all’affare (anche perché, diciamocelo, chi vuole liberarsi di Pirlo? ).

 

Il ritorno all’Inter darebbe venature fiabesche alla carriera del campione: L’Inter é in effetti la squadra dove Pirlo è nato calcisticamente, nella quale giocava ancora da fantasista, é stata il primo tassello della meravigliosa biografia sportiva del giocatore, che tornando e apprendendo poi gli scarpini al chiodo con la casacca nerazzurra, chiuderebbe un cerchio. Cenere alla cenere, polvere alla polvere, Inter a Inter…

 

Piuttosto, va detto che l’Inter nel mentre ha mandato Dejan Stankovic in missione in terra serba per strappare al Chelsea il baby fenomeno Marko Grujic. Il giovane spilungone croato gioca proprio come regista, e potrebbe rappresentare il ripiego ideale nel caso l’affare Pirlo non fosse destinato a concretizzarsi. Sarà difficile vincere la concorrenza dei Blues, che hanno messo sul piatto già 4 milioni di euro. Ma il giocatore della Stella Rossa ha davvero tutto: é giovane, roccioso e con un piede di velluto. Inoltre il suo cognome termina in “ic”, come il 70% dei giocatori nerazzurri, e già questo lo integrerebbe all’istante nello spogliatoio interista (…ndr). Date le premesse, forse può davvero valere la pena fare uno sforzo economico per conquistarlo