E’ made in Italy la nuova pillola blu

0

Gli italiani che sono in cura per la disfunzione erettile, sono circa un milione e mezzo. Tra questi 600mila sono insoddisfatti dai farmaci classici,Viagra e Cialis, per paura dei possibili effetti collaterali. L’altro fattore negativo è che non si può avere una vita sessuale naturale: i pazienti intervistati dichiarano di dover programmare i loro rapporti in anticipo. Così, in Italia, cresce il numero dei pazienti che si curano con la nuova pillola blu: in un anno è stata consumata 1,2 milioni di volte, 4000 pillole al giorno, di media.

Questi dati sono stati esaminati a Firenze, nel Best 2015 al quale hanno partecipato la Società Italiana di Andrologia, la Società Italiana di Andrologia e Medicina Sessuale e la Società Italiana di Urologia.

L’azione della nuova pillola dell’amore è spiegata dal Prof. Giorgio Franco, Presidente della Società Italiana di Andrologia e Medicina Sessuale: ” Il nuovo farmaco cola il vuoto nelle attuali terapie per la disfunzione erettile. E’ più sicura e più facile da assumere, rispetto agli stop-ed-meds.com, ed è ben tollerata dall’organismo del paziente, infatti può essere usata anche nel dosaggio maggiore senza rischi di effetti collaterali”.