L’Inter vuole adeguare la clausola rescissoria di Lautaro Martínez

L'argentino ha una clausola rescissoria alla portata dei grandi club. Blindarlo con un nuovo contratto è la priorità all'Inter

0
Lautaro Martinez
Lautaro Martinez, giocatore dell'Inter impegnato in Copa America con la albiceleste argentina. Foto Wikimedia Commons

Centoundici milioni. Ecco quanto vale Lautaro Martinez, almeno fino al 15 luglio prossimo. Centoundici milioni, una cifra mostruosa certo, ma non più così tanto come ci si potrebbe aspettare. Solo qualche mese fa il nemmeno ventenne Joao Felix ha raggiunto l’accordo con i Colchoneros di Simeone per 126 milioni di euro. Con soli sei milioni in meno il Barcellona ha strappato al Liverpool l’ex nerazzurro Coutinho. E che dire di Harry Maguire passato ai “Red Devils” per ben 92 milioni di euro? Ormai cifre come queste non spaventano più i grandi club europei ecco perché eliminare la clausola di Lautaro Martinez, o almeno alzarla di qualche decina di milione è diventata la massima priorità in casa Inter.

Finalmente la sessione invernale del calciomercato è ufficialmente alle spalle. L’Inter è stata in Italia la protagonista assoluta con gli arrivi in rosa di Moses, Young ed Eriksen e questo è un dato di fatto. Adesso che però i turbinii del mercato sono alle spalle è ora di guardare avanti e pianificare il futuro della società da qui alla prossima estate.

La questione più spinosa sarà senza ombra di dubbio la situazione che gravita attorno al giocatore forse più determinante della ottima annata nerazzurra: l’argentino Lautaro Martinez. Il goleador sudamericano con le sue prestazioni super ha sicuramente attirato su di sè gli occhi di tutto il movimento calcistico europeo. Tanti club appaiono molto interessati al giocatore, soprattutto le grandi corazzate spagnole (Real Madrid e Barcellona in primis) e inglesi (i due Manchester, Liverpool e Chelsea).

Lo sa fin troppo bene il ds interista Marotta che vede il suo gioiello sempre più concupito all’estero: una condizione che mal digerisce. Come detto in precedenza l’unica pecca di un rapporto di lavoro ottimo è quella spada di Damocle che pende pericolosamente sul capo dei nerazzurri: la clausola rescissoria di Lautaro da centounidici milioni di euro.

Il progetto è quello di offrire al giocatore un nuovo contratto che ne rappresenti meglio il peso all’interno del team e al contempo limiti le ansie dovute alla possibile partenza. Marotta è fermamente deciso a liberarsi di quella clausola che, giorno dopo giorno, si stringe come un cappio attorno al collo del manager varesino. Qualora l’entourage del giocatore decidesse di continuare a mantenerla allora se ne valuterà l’innalzamento ben oltre i 160 milioni di euro.