Edison Cavani: “Non è sicuro che resti. Dipende dal PSG”

0

Edison Cavani, attaccante 29enne del Paris Saint-Germain si è raccontato in esclusiva ai microfoni di MARCA e ha parlato a lungo sia del suo futuro sia del momento della squadra. L’uruguaiano vede i parigini molto migliorati rispetto agli anni scorsi e soprattutto il suo modo di giocare è cambiato in meglio in funzione alla squadra perché spesso il Matador rientra per dare una mano in difesa: “È vero che ultimamente corro di più sulle fasce per dare una mano difensivamente e questo potrebbe togliermi energie per fare bene davanti, ma il mio obiettivo principale è il bene della squadra quindi non è un problema.” Le domande sul futuro e quindi sul calciomercato non si sono fatte attendere. In particolare gli è stato chiesto cosa ne pensa di tutte le offerte che arriveranno per lui in estate. “Si è sempre parlato di questo. Da una parte, mi considero fortunato perché significa che ci sono club che mi seguono; dall’altra non è un buon segno perché sembra quasi che non sono felice in nessuna squadra e non è vero. Posso solo dire che ho ancora un contratto di due anni con il PSG e che voglio rispettarlo. Poi non si sa mai nel calcio. Ci sono molte cose che non dipendono da me, né dal contratto. Dipenderà tutto da come finirà la stagione e da cosa vorrà fare la mia squadra. Ci sono diversi fattori che non sempre si possono conoscere in anticipo.” Le squadre più accreditate a prenderlo sono il Real Madrid in Spagna, il Manchester United in Inghilterra, che l’anno prossimo sarà allenato da José Mourinho, e dalla Juventus in Italia. Se il PSG volesse cambiare attaccante, avrebbe la certezza di poter comunque monetizzare parecchio grazie alla vendita di Edison. Il problema, oltre ai 35-40 milioni che ci vorrebbero per strapparlo al PSG, sono anche i 7-8 milioni annui da concedere al giocatore.