Effetto Trump e limitazioni sui viaggi dall’Europa

0
Donald Trump sarà il protagonista del nuovo documentario di Michael Moore, font Wikipedia
Donald Trump sarà il protagonista del nuovo documentario di Michael Moore, font Wikipedia

L’inasprimento dei controlli alle frontiere americane per tutti i viaggiatori, italiani compresi, potrebbe diventare presto realtà.

È di questi giorni la notizia che l’Electronics Ban, il divieto di portare a bordo pc, fotocamere e tablet sui voli diretti verso Usa e Regno Unito, per i passeggeri provenienti da otto Paesi islamici, secondo un’indiscrezione trapelata da alcune fonti della Homeland Security (Dipartimento della Sicurezza nazionale), sarà esteso anche ai cittadini dei Paesi Europei.

Se l’Amministrazione Trump confermasse ciò, gli europei diretti in America sarebbero costretti ad imbarcare in stiva e non più nel bagaglio a mano laptop, iPad e fotocamere. Questo per garantire maggiore sicurezza e scongiurare il rischio di atti di terrorismo.

C’è chi prevede già, controlli mirati su telefoni, posta elettronica, profili social e conto bancario per gli stranieri in transito negli aeroporti statunitensi.

Vedremo come andrà a finire, ma intanto ecco i documenti necessari per entrare negli States.

Come fare l’ESTA
L’ESTA USA non è un visto, ma rappresenta un permesso per salire a bordo di un aereo o di una nave diretti negli Stati Uniti. Per richiederlo bisogna compilare un modulo da inviare online almeno 72 ore prima. Ha lo scopo di consentire al Governo una prima analisi degli appartenenti al programma Viaggio senza Visto (tra cui gli italiani). Ha una durata di due anni.

Il visto, invece, può essere di due tipi:

  • Visto immigranti, per coloro che intendono trasferirsi in modo permanente;
  • Visto non-immigranti, per un soggiorno temporaneo.

Si può richiedere il visto turistico, per studenti, per lavoratori temporanei e di altra natura. Sul sito dell’Ambasciata ci sono tutte le informazioni sulle varie tipologie di visti per accedere negli USA.

Top 5 assicurazioni viaggio per gli Stati Uniti
Non si può pensare di partire sprovvisti di un’assicurazione viaggio USA. La sanità, come è noto, è prevalentemente privata e quindi i costi per le cure sono onerosi. La polizza interviene nel momento in cui hai bisogno, fornendoti assistenza e prevedendo un pagamento diretto o il rimborso per le eventuali spese mediche o odontoiatriche urgenti. Inoltre, offre anche altre garanzie, come: rimborso per smarrimento bagagli, interruzione viaggio, ritardo aereo, prolungamento soggiorno, responsabilità civile e altro.

Quali sono le migliori assicurazioni viaggio per gli Stati Uniti?

  1. Columbus Assicurazioni,
  2. Viaggi Sicuri,
  3. Allianz Global Assistance,
  4. Axa Assistance,
  5. ERV Italia.

Come scegliere? Calcolate un preventivo online, controllate massimali, franchigia, garanzie incluse ed escluse e servizio di assistenza. Trovate la più vantaggiosa e preparate la valigia!