Emergenza Covid, nel nuovo DPCM stop agli impianti sciistici a Natale: niente vacanze sulla neve

0
Foto di Google Contrassegnata per essere riutilizzata.

Il prossimo DPCM di Giuseppe Conte non dovrebbe essere molto diverso da quello attuale, con l’Italia che resterebbe divisa in tre fasce a seconda del grado di contagio da Covid-19. Nonostante ciò, si starebbe pensando a possibili aperture in vista del Natale.

Per questo motivo, secondo le indiscrezioni che provengono da Palazzo Chigi, Giuseppe Conte starebbe pensando ad una riapertura a partire dal 3 dicembre e per le prossime due settimane, con le colorazioni che tornerebbero dal 19 dicembre.

Dopo queste due settimane, tutta Italia rischierebbe di diventare zona rossa per evitare comportamenti che possano aumentare la circolazione del virus proprio durante il periodo natalizio. Solo per il cenone di Natale potrebbe essere consentito mangiare in famiglia, ma con un numero massimo di sei ospiti al tavolo.

Un’altra brutta notizia arriva per gli amanti dello scii. Per le vacanze natalizie, infatti, resteranno chiusi tutti gli impianti sciistici. Niente vacanze sulla neve, quindi, per milioni di italiani.

La decisione sarebbe arrivata dopo aver analizzato gli ultimi dati relativi alla pandemia. Nonostante i numeri siano in calo, infatti, non è possibile abbassare la guardia come accaduto durante i mesi estivi. Il rischio di una terza ondata nel mese di gennaio, infatti, è molto alto.