Emilia Clarke: essere donna oggi

0
fonte foto:wikimedia

L’attrice Emilia Clarke riconosciuta da tutti per il ruolo di Daenerys Targaryen nella serie di successo Game of Thrones, ha scritto in occasione della giornata della donna una riflessione come guest editor per il The Huffington Post.

L’attrice nata a Londra ha da sempre ammesso di essere cresciuta in una famiglia in cui le disparità sono da sempre state assenti: “Era riconosciuto che io, in quanto donna, non ero per nulla diversa da mio fratello. Proprio come mia madre non era diversa da mio padre nella carriera, perciò sono stata cresciuta in una casa dove c’erano guadagni equi e dove la gestione della casa era in comune e ciò mi ha mostrato che tutto ciò che poteva fare un uomo, poteva e doveva essere fatto anche da una donna.”

Emilia accredita in particolar modo la disparità fra uomo e donna, in un mondo in cui il femminismo si fa sempre più strada, l’attrice britannica urla a gran voce: “I ruoli che ho interpretato mi hanno fatto dare uno sguardo a cosa voglia dire essere una donna che si fa sentire contro la disparità e l’odio e che si proclama femminista. A parte questo, ciò non mi ha fermato dall’allontanarmi da situazioni e persone che presumessero io fossi debole perché donna. Ciò ha fatto sì che restassi ferma sulle mie azioni e che accettassi le conseguenze. Vengo trattata in egual modo a lavoro? Non sempre. Ogni donna viene trattata in modo uguale? No e le statistiche parlano chiaro.”

Che il femminismo però non diventi un’arma e una forma di odio verso il prossimo. Non è una lotta a chi ha più importanza, più riconoscenze, più successo. Al contrario, le donne che gridano e cercano di avere una voce in questa società molto spesso malata, lottano per un ideale di chiarezza, per affermare con decisione e vigore che gli uomini in quanto tali non sono diversi da nessun’altra donna.

“Penso che tutte abbiamo la possibilità di prendere posizione in quanto donne, nella nostra vita di tutti i giorni. Penso che tutti abbiamo il potere di sostituire l’odio con la giustizia, la sincerità e la gentilezza. Credo che, in quanto esseri umani, abbiamo tutti la possibilità di combattere l’odio comportandoci bene l’uno con l’altro. Non solo durante i momenti critici, ma durante tutti i giorni.”