Enrico Iannaccone porta al cinema la storia di Napoli in “La buona uscita”

0

Il regista Enrico Iannaccone al suo esordio alla regia porta al Cinema una storia su Napoli oltre ogni immaginazione.

Questa volta, la bella città del mare non sarà protagonista di disagi, maldicenze e camorra ma di stereotipi divertenti che portano lo spettatore a credere che oltre a tutto quello che di Napoli raccontano i telegiornali c’è molto altro. C’è arte, musica, passione, ironia e sopratutto la libertà.

Lo stesso Iannaccone ha ammesso un intervista alla Repubblica “Sono sempre stato un giovane noioso, “La buona uscita” è un film sul terrore della libertà.”

Ed è così che la vedono i due protagonisti della vicenda. Marco Macaluso (Marco Cavalli) è un uomo immensamente libero e molto ricco che ha superato la crisi scavalcandola come si fa con le onde del mare. Un menefreghista di primo ordine e miglior amante di “quel femminone” di Lucrezia, una donna altrettanto liberissima di andare a letto con molti uomini (senza essere additata come ninfomane). Lucrezia sceglie di essere libera dal pregiudizio e solo in un secondo momento vede nel matrimonio un opportunità per “allinearsi” alla massa.

“I personaggi sono un po’ marionette di loro stessi” dice Iannaccone “Marco sembra uscito da una qualunque commedia di Terenzio.E’ una maschera atellana, d’acciaio, non si lascia scalfire da nulla.” 

Ecco il trailer ufficiale del film che sarà al Cinema dal 5 Maggio 2016:

https://www.youtube.com/watch?v=gLcgQkYhGi0