ESCLUSIVA-Alessandro Bivi”Penso che per raggiungere certi traguardi della vita bisogna unire corpo e mente “

0
Alessandro Bivi
Alessandro Bivi
In esclusiva per Dailynews24 il modello e attore Alessandro Bivi.

Ci racconti chi è Alessandro Bivi


Sono nato in un paese della provincia di Udine in Friuli Venezia Giulia.
Da ragazzino ero molto timido ed introverso ma con il passare del tempo mi sono aperto sempre più tanto da amare gli ambienti sociali e i rapporti con le persone.
Sono molto ambizioso, con la costante voglia di migliorarmi e di scoprire nuove mie potenzialità.

Mi reputo una persona umile, rispettosa verso il prossimo e con sani principi, tant’è vero che credo nel concetto di famiglia.

Alessandro Bivi
Alessandro Bivi
Com’è mai è diventato un modello, l’ha sempre desiderato oppure ci sono altre ragioni che l’hanno spinta ad esserlo.
Beh diciamo che è un po’ il lavoro dei sogni di molte persone.
Il tutto è nato per caso, un po’ spinto dai parenti e dagli amici, e dalla voglia di mettermi in gioco.
Questo è servito per rafforzare il mio carattere.

L’orientamento verso questa tipologia di lavoro è partita da un concorso regionale di bellezza che poi negli anni mi ha portato a diversi lavori e molte soddisfazioni.

Oltre ad avere un fisico statuario ha conseguito una laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari, lei quindi è d’accordo con chi dice che non bastano solo i muscoli ma bisogna comunque allenare la mente?
Penso che per raggiungere certi traguardi della vita bisogna unire corpo e mente.

Ed è per questo che si deve continuamente allenare entrambe, maggiormente in questo ambito lavorativo, dove il tuo biglietto da visita sarà il tuo aspetto fisico, ma per distinguersi dalla massa la cosa necessaria sarà quello che puoi esprimere e fare con la tua intelligenza.

Alessandro Bivi
Alessandro Bivi
Sta studiando recitazione, da cosa nasce questa sua passione e dopo averla vista in “Il Bello delle Donne alcuni anni dopo” e prossimamente in “Furore 2” la rivedremo in qualche altra fiction o al cinema?
La passione per la recitazione nasce in me da quando ero piccolo.
Mi ricordo quando con la mia famiglia, seduti sul divano la sera, prima di andare a dormire, si guardava i film e immaginavo di essere io ad interpretare il protagonista.
Le prime esperienze le ho fatte con le recite scolastiche dove mi impersonificavo in qualsiasi personaggio mi chiedevano, preferendo però sempre la parte dell’eroe.

Da settembre mi vedrete in “furore 2”, mentre ora sto sviluppato altri progetti, sia nel mondo delle fiction che dello spettacolo in generale.

Quali sono i suoi progetti futuri?
Sono rivolto ad una continua crescita personale perché credo che nella vita non ci si debba porsi limiti, ma allo stesso tempo bisogna riconoscere i priori limiti.
Solo il tempo potrà raccontare il mio futuro ed è per questo che invito voi lettori a seguirmi e a poter vivere le prossime esperienze insieme.
Alessandro Bivi
Alessandro Bivi