ESCLUSIVA – Filomena Del Prete: “Il segreto per diventare influencer? Essere se stessi! Dietro il mio account non c’è nulla di preparato”

0

Nonostante la giovane età del suo profilo Instagram (è aperto da appena 2 anni), Filomena Del Prete è una delle influencer italiane più seguite, con un profilo che conta più di 100.000 followers e centinaia di commenti ad ogni foto. Noi di DailyNews24.it la abbiamo intervistata in esclusiva. Ecco cosa ci ha raccontato.

Come è iniziato il tuo interesse  per il mondo dei social? Come mai ti sei concentrata in particolare su Instagram?

“Sinceramente fino a poco tempo fa io non conoscevo Instagram, mi ha iscritto mio figlio: mi sono iscritta, ho iniziato a mettere qualche foto, un po’ di tutto, e all’improvviso mi sono trovata con tutti questi follower, non sapevo nemmeno come funzionava la cosa”.

Da quanti anni sei iscritta?

“Più o meno 2 anni, dal 2016 sono su Instagram”

La tua attività sui social è un lavoro a tempo pieno o lo svolgi nei ritagli di tempo?

“Lo faccio nei ritagli di tempo, poiché io ho una mia attività e in secondo piano viene instagram. Per me tutto questo è  uno svago, anche se pian piano mi ritrovo con molte aziende che mi contattano per essere sponsorizzate. E’ come se fosse un secondo lavoro.”

Ti piacerebbe un giorno trasformarla in attività a tempo pieno?

“Se la cosa fruttasse bene sì, potrebbe andare anche a tempo pieno”

Nella tua attività social c’è un account a cui ti ispiri oppure cerchi di essere originale, di non ispirarti a nessuno?

“Non mi ispiro a nessuno, sono io. Pubblico le cose giornaliere, come mi sento, tutto dipende molto anche dall’umore. Se se sei felice pubblichi una determinata foto, altrimenti pubblichi un qualcosa di diverso”

Non c’è niente quindi di preparato dietro il tuo account, forse proprio questo è il tuo segreto?

“Si, non c’è assolutamente niente di preparato, non ne avrei nemmeno il tempo. Ad esempio se oggi mi sento felice o diversa dagli altri giorni pubblico qualche foto o scrivo, senza pregiudizi né niente. Anche se in giornata mi sento con due maroni grossi lo scrivo tranquillamente, senza peli sulla lingua”.

Visti i grossi risultati raggiunti dal tuo account, forse il segreto da consigliare a chi si ispira a te è proprio quello di essere se stessa oppure c’è qualche formula segreta?

“No, nessuna formula: la prima cosa è essere se stessi, mostrarsi per quello che sei, senza pregiudizi. Bisogna poi pensare alle critiche, perché ci sono persone che ti mortificano. Non c’è da rimanerci male in questi casi, perché ci sono sempre persone per cui non vai bene. Se sei un carattere forte vai comunque avanti, mentre se hai un carattere debole forse ti conviene non stare al gioco”

Sembri una persona che ci tiene molto al rapporto con chi commenta, ci sono alcune foto sul tuo profilo con centinaia di commenti. Come è il tuo rapporto con i fan? Rispondi a tutti o sei una persona abbastanza distaccata?

“Di solito con le persone educate e gentili rispondo senza problemi, mentre altri tipi di persone non meritano risposte, sono da non considerare. Non mi tengo, comunque, sulle mie, scrivo con  chiunque sia gentile, che sia maschio, femmina, giovane o anziano: non faccio differenze, basta che sia educato e abbia rispetto verso il prossimo. Chi si comporta così è giusto che venga risposto”

Usciamo un attimo dall’ambito social. Chi è Mena fuori da Instagram? Quali sono le tue passioni e i tuoi hobby?

“Nella vita di tutti  i giorni io lavoro a tempo pieno nella mia attività, dalle 8 alle 20. Di carattere sono come si vede dai social, il carattere per me non si nasconde nemmeno tramite una foto, come sei così ti proponi. Sono solare, simpatica, amo scherzare e ridere. Adoro le persone come me che ridono e stanno al gioco. Hobby? Amo la pittura, mi piace molto dipingere”

Per concludere: quali consigli daresti a chi vuole diventare un influencer come te?

“Dò un solo consiglio: bisogna essere se stessi, in tutto e per tutto. Non bisogna nascondersi né imitare qualcuno. E’ necessario avere la propria personalità e mostrarsi per quello che si è, niente di più. Almeno per me così è andata”