Esclusiva-“I calciatori anni ’90 erano più umili”, parola di un ‘nostalgico’

0

Metti Dario Hubner, Igor Protti, la Sampdoria di Vialli e Mancini, il Piacenza degli italiani, il Milan degli Invincibili.  E tanto, tanto altro ancora. No, non abbiamo sbagliato. È l’effetto della pagina Facebook “Serie A – Operazione Nostalgia che, nel giro di pochi mesi, ha raccolto oltre 100mila “mi piace”. Tutto qui? Certo che no: Andrea Bini, admin della pagina, ha organizzato per venerdì 4 settembre un raduno “nostalgico” di tutte le vecchie glorie anni ’90 a Milano in Piazza San Babila raccogliendo l’adesione di migliaia di persone. Una prima differenza? Dario Hubner è venuto in metro ed è stato disponibile per foto e autografi con tutti i fan. Noi di DailyNews24 abbiamo intervistato Andrea Bini che ci ha raccontato del suo amore “nostalgico”.

1) Chi è l’admin della pagina “Serie A – Operazione Nostalgia”?
È un nostalgico D.O.C. prima di tutto, mi chiamo Andrea, sono vicino ai 30 anni e sono maledettamente legato al calcio anni ’90

2) Come è nata l’idea della pagina “Serie A – Operazione Nostalgia”?
L’idea della pagina è nata dal bisogno sempre più crescente di un calcio che mi regalava gioie, emozioni, ai tempi, i bei tempi…per me non esisteva nulla. Solo il calcio. Oggi seguo il calcio ma ho perso quell’attaccamento di una volta, e non mi va di dare la colpa a nessuno. È un mix di cose, i media che si occupano di argomenti più fuori dal campo è un esempio concreto. Probabilmente all’interno del rettangolo verde c’è poco da raccontare…

3) Venerdì 4 settembre c’è stato l’evento “Raduno nostalgia” che ha avuto un enorme successo: secondo te, cosa hanno in più i calciatori come Hubner, Protti, Paganini, Valtolina etc… che quelli moderni non hanno?
L’umiltà. La parola d’ordine è umiltà. Sono stati super disponibili, troppo facile fare un paragone con i calciatori attuali. Ora a 18 anni in primavera ti senti già arrivato. 140 tatuaggi, macchina stupenda e via. Non funziona così. Non trasmette nulla.

4) Secondo te, Lionel Messi e Cristiano Ronaldo sarebbero davvero i primi due al mondo anche nell’era di Ronaldo (quello brasiliano), Baggio, Zidane, Beckham e Ronaldinho?
Questa domanda è veramente dura, Messi e Ronaldo sono due fuoriclasse assoluti, ma prima di tutto il calcio è cambiato e per me il ruolo che è cambiato di più è la difesa. Ora se ci fate caso (a parte qualche eccezione) quasi tutti i difensori sono tecnici. Negli anni ’90 la regola del “palla o gamba” vinceva. I difensori anni 90 secondo me erano molto più forti di quelli attuali. Quindi per quello magari tante volte si fa il confronto tra queste generazioni.

5) Quali sono le prossime iniziative “nostalgiche”?
Non ho in ballo iniziative nostalgiche, perché non mi piace programmare. La pagina è senza regole, quando il mio livello di nostalgia supera la soglia devo pubblicare un post e condividere con tutti gli altri nostalgici il mio “sfogo”. Poi se ci saranno altri raduni, vedremo cosa si può fare…Mi piacerebbe organizzarlo in un’altra città

6) Ultima domanda: chi è il tuo giocatore preferito?
Ti dico la verità non ho un mio calciatore preferito, ovvio Baggio è su tutti, però veramente sono appassionato e sbavavo per tanti calciatori. Il mito della pagina resta Cleto Polonia ovviamente