Esistono determinate professioni e profili più predisposti al tradimento?

Analizziamo due autorevoli ricerche che si prefiggono l'obiettivo di stilare una lista e un identikit del prototipo del fedifrago

0
Infedeltà e tradimento
Foto NeedPix

Le festività natalizie sono ormai alle porte così come tutte le riunioni familiari più o meno gradite. Il Natale resta uno dei momenti di maggior unione dell’anno, ma allo stesso tempo le ferie dal lavoro possono essere un grattacapo per chi si trova alle prese con una relazione extraconiugale. È quindi il momento ideale per scovare eventuali comportamenti sospetti del partner. Le scienze sociali si sono interrogate a lungo su quale sia il periodo più propizio per tradire il partner, ma soprattutto su quali siano le persone più propense a farlo in base alla propria professione.

LE PROFESSIONI A RISCHIO – Secondo uno degli studi più recenti effettuati sulla base di un sondaggio di un noto sito per incontri fedifraghi online, il giornale Independent ha stilato una lista delle nove professioni più a rischio infedeltà. All’ultimo posto in classifica troviamo gli avvocati; all’ottavo posto giornalisti e incaricati della comunicazione; un gradino più su, tutte quelle professioni che si svolgono di notte e in luoghi di svago come DJ, baristi, PR, ecc; al sesto posto chi lavora con l’arte, magari per via della loro mentalità creativa; in seguito troviamo gli sportivi; poco prima del podio, chi lavora in posti manageriali e amministrativi di aziende; medaglia di bronzo va al personale medico; a un passo dalla vetta di questa classifica, chi lavora nell’aviazione, quindi hostess, steward e piloti; al primo posto troviamo chi lavora nel mondo della finanza, broker, analisti di mercato e grandi banchieri. Secondo questo studio inoltre, il 65% delle donne infedeli hanno trovato il proprio amante sul luogo di lavoro, ma l’85% di loro sconsiglia questa pratica.

LA CLASSIFICA PER PERSONALITÀ – Un altro autorevole studio è stato condotto qualche anno fa dal Professor Jim McNulty della University of Florida che ha seguito 233 coppie per circa tre anni. Secondo questo studio dagli States, le persone con più attitudine al tradimento sarebbero proprio quelle più soddisfatte della vita sessuale con il proprio partner, per quanto possa sembrare paradossale. La loro maggior predisposizione a godersi i piaceri carnali fa sì che tendano a cercare lo stesso piacere con persone diverse per sperimentare nuove sensazioni. Inoltre vennero effettuati dei test fotografici sui partecipanti proponendogli foto di uomini e donne mediamente piacenti ed è stato riscontrato che il distogliere lo sguardo da corpi che ci sembrano attraenti è indice di maggior predisposizione al tradimento.

Senza nulla togliere all’autorevolezza delle ricerche e degli studi menzionati in quest’articolo, ci limiteremo solamente a indicare che il tradimento, checché se ne dica, è una pratica universale ed eterogenea che pur riscontrandosi per una ragione o un’altra in maggior numero in un dato gruppo umano, può sempre verificarsi in qualunque situazione. In altre parole, dopo aver letto le nove professioni più a rischio secondo l’Independent, non rallegratevi se il vostro partner non ricopre uno degli incarichi sopracitati né insospettitevi nel caso in cui il suo profilo coincida. Tutto è relativo e necessita sempre di un’analisi caso per caso che può eludere un mero dato statistico.