Esodo del 4 maggio verso il Sud, la mossa di De Luca: obbligo di quarantena per chi rientra dal Nord

La stretta del Presidente della Regione Campania. Quarantena e controlli nelle stazioni

0
Stazione Napoli Centrale, fonte By CAPTAIN RAJU - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=73934884
Stazione Napoli Centrale, fonte By CAPTAIN RAJU - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=73934884

Sale la preoccupazione in Campania per il nuovo esodo previsto a partire dal prossimo 4 maggio. La regione sta contenendo l’emergenza coronavirus e nella giornata di ieri si è toccato il punto più basso, con soli 13 casi. Nell’arco dell’intera settimana la media è stata di circa 30 casi al giorno. Numeri che fanno ben sperare.

Ecco perché il governatore De Luca teme la risalita della curva di contagi con il rientro delle persone provenienti dal Nord a partire da lunedì prossimo. In virtù di tale situazione il Presidente della Regione ha scritto una lettera al Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese:

“Ho avuto un colloquio con il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in relazione al previsto esodo verso la Campania del 4 maggio e giorni successivi. Ho espresso fortissima preoccupazione rispetto al fatto che arrivi di massa e incontrollati possono determinare espansione del contagio e vanificare i sacrifici fatti per due mesi dai nostri concittadini”. 

Continua De Luca sui social: “Ho chiesto al Ministro che il Governo nazionale ribadisca che gli arrivi da altre regioni dovranno essere motivati da ragioni di lavoro o sanitarie e comunque autocertificati. Per quello che riguarda la Campania rimarrà fermo l’obbligo oggi vigente per chiunque venga da fuori regione, di segnalare all’Asl di competenza il proprio arrivo, così da poter procedere a controlli nei 15 giorni successivi. Invito i sindaci a segnalare alle Asl e alla Regione gli arrivi nell’ambito dei propri territori”.

Conclude: “E’ questa una funzione essenziale per consentire di tenere la situazione epidemiologica sotto controllo. Confermo che saranno mantenuti i controlli preventivi nelle stazioni ferroviarie e ho sollecitato il Ministro a esercitare analoghi controlli ai caselli autostradali e nelle stazioni di partenza”.