Esplosione nucleare in Russia, torna l’incubo Chernobyl

0
Fonte wikipedia

Stando a quanto comunicato dall’agenzia meteorologica russa Rosgidromet, subito dopo l’esplosione verificatasi lo scorso 8 agosto durante un test missilistico sarebbe stato registrato un livello di radiazioni gamma da quattro a sedici volte i livelli consueti nella città di Severodvinsk.

Il test missilistico è avvenuto nel poligono marittimo di Nyonoksa, nell’estremo nord della Russia e a circa 40 chilometri da Severodvinsk, e ha portato alla morte di cinque scienziati nucleari sul Mar Bianco.

Da Rosgidromet fanno sapere che i livelli di radioattività erano superiori a quelli soliti in sei stazioni meteorologiche su otto e che solo dopo due ore e mezza sono rientrati nella norma. Uno dei sensori avrebbe registrato un livello di 1,78 microsievert per ora, un valore al di sopra della media ma che ancora non raggiunge i livelli di allarme. Secondo Greenpeace, le radiazioni a Severodvinsk erano aumentate di ben 20 volte.

Gli Usa stanno raccogliendo informazioni sull’esplosione del missile. Il presidente Donald Trump ha dichiarato tramite i propri social: “Abbiamo una tecnologia simile, anche se più avanzata. L’esplosione ‘Skyfall’ russa ha creato preoccupazione per la qualità dell’aria vicino all’impianto e molto più in là. Non è un bene!“.
L’intelligence americana è al lavoro per avere maggiori dettagli su quello che, si teme, potrebbe essere il peggiore incidente nucleare da Chernobyl.