Espulsione Cristiano Ronaldo: Juve furiosa, ecco cos’è successo negli spogliatoi

0
Cristiano Ronaldo fonte foto: Di Ruben Ortega - Wikimedia Commons, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=54972276
Cristiano Ronaldo fonte foto: Di Ruben Ortega - Wikimedia Commons, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=54972276

Non è stato un esordio da ricordare quello di Cristiano Ronaldo in Champions League con la maglia della Juventus. Il fuoriclasse portoghese è stato espulso per la prima volta in carriera in Europa dopo oltre 150 partite, un rosso che ha fatto discutere per le modalità con la quale è avvenuto.

Ronaldo è stato allontanato dall’arbitro Brych al 29′ del primo tempo dopo uno scontro con l’ex difensore dell’Inter Jeison Murillo, al quale poi CR7 ha anche tirato i capelli. Fondamentale per la decisione l’arbitro di porta Fritz, che ha ravvisato l’irregolarità spingendo il direttore di gara ad espellere il giocatore. Una decisione che ha fatto discutere e infuriare la Juventus.

Stando a quanto riporta Marca, Pavel Nedved, vicepresidente dei bianconeri, si è diretto negli spogliatoi subito dopo l’espulsione in primis per consolare Ronaldo, ma poi durante l’intervallo, insieme ad altri due dirigenti, avrebbe sfogato la propria rabbia nei confronti dello stesso Brych nel tunnel che porta agli spogliatoi, chiedendo spiegazioni sulla decisione e alzando la voce nei confronti dell’arbitro tedesco. Il direttore di gara ha proseguito senza senza rispondere alle proteste e alle provocazioni dei dirigenti e si è chiuso con i suoi assistenti nello stanzino riservato al team arbitrale.