Eterno Buffon: 100 in Champions e Cardiff più vicina

0
Fonte foto SportsCenter

La semifinale d’andata del mercoledì di Champions tra Monaco e Juventus, ha visto i bianconeri protagonisti di una vittoria schiacciante che li avvicina sempre di più a Cardiff. La doppietta di Higuain, ha mostrato all’Europa e al mondo intero che la Juventus è finalmente ritornata ad imporsi anche a livello internazionale. Oltre ad Higuain e Dani Alves (autore di una prestazione fenomenale e di due assist), uno degli eroi della notte di Monaco è Gianluigi Buffon. Il portiere della nazionale ha salvato il risultato in più occasioni: nel primo tempo è stato impeccabile sul destro ravvicinato della giovane stella Mpabbè, successivamente attento sul colpo di testa di Falcao e sul destro dell’attaccante colombiano. Ma la parata della serata è quella sfoderata sul colpo di testa di Germain. Questa straordinaria prodezza su Germain, con le debite proporzioni, ha ricordato ai tifosi l’intervento di Gigi nella finale dei Mondiali del 2006 contro la Francia su Zidane. 

Buffon è ormai il simbolo di una squadra straordinaria, di una solidità difensiva che mostra tutta l’essenza del calcio italiano e testimonia la grande intelligenza di un tattico come Massimiliano Allegri. Basta guardare i numeri per rendersi conto della realtà dei fatti: a Louis II è arrivato il sesto clean sheet consecutivo per Buffon in Champions e i 621 minuti di imbattibilità sono la prova che segnare alla Juve è missione praticamente impossibile.

Nella sua ricchissima bacheca manca però quella Champions sfiorata due volte contro Milan e Barcellona e in caso di finale, potrebbe ritrovare a Cardiff il Real Madrid di Cristiano Ronaldo, che molto probabilmente gli contenderà il pallonde d’oro.

A 39 anni Gigi ha ricordato al mondo intero che è ancora il numero 1, che per molti è il migliore di sempre e che il tempo passa, ma lui non passa mai.