Euro 2016, il Portogallo batte la noia e la Croazia e va ai quarti

0

È stata la partita della noia. Una delle più noiose della storia del calcio. Ma alla fine a spuntarla è stato il Portogallo di Cristiano Ronaldo, o meglio di Ricardo Quaresma, autore del goal vittoria dei lusitani al minuto 12 del secondo tempo supplementare, 117esimo. Non erano bastati infatti i novanta minuti regolamentari a decidere il terzo ottavo di finale di Euro 2016 tra Croazia e Portogallo. È stata la partita dei record in negativo. Le due compagini infatti non hanno fatto registrare dai tabellini neanche un tiro nello specchio della porta: è la prima volta che succede una cosa del genere nei primi novanta minuti di una partita di Europeo o di un Mondiale. Record appunto della noia. La Croazia, che alcuni additavano come favorita alla vittoria finale, o addirittura superiore alla Spagna, ha giocato una partita rinunciataria al massimo. Non si è vista la brillantezza delle partite precedenti. Nulla hanno potuto Brozovic, Perisic o Modric. Praticamente impalpabili Mandzukic e Kalinic. Alla fine è stata una specie di ripartenza del Portogallo a decidere la partita. Erano due minuti in cui la Croazia stava provando ad alzare il ritmo ed è in quel momento che la squadra di Fernando Santos ha punito gli avversari: ripartenza con Nani che disegna un passaggio filtrante in diagonale che pone CR7 a tu per tu col portiere Subasic che riesce ad ipnotizzare il campione del Real Madrid ma sulla ribattuta arriva Ricardo Quaresma che di testa insacca e fa sognare tutti i suoi compatrioti. In virtù di questa vittoria il Portogallo approda ai quarti di finale dove troverà la Polonia che ha vinto oggi ai rigori contro la Svizzera. La partita si giocherà Giovedì 30 al Velodrome di Marsiglia. Torna invece a casa la Croazia. Entrambe le squadre hanno disputato una partita di bassissimo livello, ma gli iberici sono stati più cinici e sono riusciti a sfruttare l’unica occasione avuta. Clamorosamente il Portogallo potrebbe riuscire a raggiungere anche la finale di questa competizione avendo sulla sua strada la Polonia, e probabilmente il Belgio in semifinale.