Fair Play Finanziario: in arrivo le stangate per due italiane

0

Fair Play Finanziario in arrivo le stangate per Inter e Roma, nessun problema per Juventus, Milan e Lazio. Oggi Tavecchio incontra Platini

 

Oggi la UEFA annuncerà le sanzioni per Inter e Roma che hanno sforato il Fair Play Finanziario. All’Inter sarà inflitta una multa di circa 8 milioni e un limite sulla rosa che sarà limitata a 21 giocatrici per la prossima volta che parteciperà ad una manifestazione europea. Invece il club di Pallotta avrà un’ammenda e un blocco sui ricavi europei della stagione ormai al termine. Nessun problema invece per Juventus, Lazio e Milan.

Infatti quest’oggi è previsto l’incontro di Tavecchio con il presidente Platini. La Repubblica, come riporta Sport Mediaset, ha anticipato le possibili sanzioni. All’Inter oltre alla multa e il limite sulla rosa che prevede anche dei paletti. I nerazzurri sul mercato potranno investire solo quanto incassato dalle cessioni. No cessioni No arrivi.

PERCHE’ DELE SANZIONI  – La Roma sarà punita perché si presenta con un perdita aggregata pari a 92 milioni di euro, ben oltre la massima deviazione consentita. Critica la situazione dell’Inter.

Infatti riportiamo quello che Sport Mediaset ha pubblicato in una recente in una recente inchiesta con Paolo Ciabattini. Completamente differente è la situazione dell’Inter che nell’ultimo anno della gestione Moratti ha totalizzato una perdita pari a 79,8 milioni di euro che sommata a quella dell’esercizio 2012, porta il totale della perdita aggregata del primo periodo

Fair Play Finanziario: arriva la stanga per l'Inter
Fair Play Finanziario: arriva la stanga per l’Inter

di monitoraggio a 157 milioni di euro. Avvalendosi della clausola che permette ai club di dedurre dalla perdita del 2012, il costo degli stipendi dei contratti firmati prima del 1 giugno 2010 e i costi non pertinenti, si arriva ad una perdita aggregata di circa 67 milioni, leggermente al di sopra dei 45 milioni di euro consentiti. In realtà considerando che la perdita del 2013 è leggermente più alta di quella della stagione precedente, sulla carta l’Inter non potrebbe nemmeno avvalersi della clausola degli stipendi ma, sono sicuro che Thohir saprà dimostrare al Body competente che una serie di azioni sono state messe in atto al fine di riportare i costi all’interno delle risorse generate.

 

COSA PREVEDE IL FAIR PLAY FINANZIARIO – Le due regole principale del Fair Play Finanziario: i costi non devono superare la massima deviazione consentita rispetto al pareggio di bilancio (45 milioni nel primo periodo di monitoraggio, circa 30 milioni nel trienno a partire dal 2018/19) e i debiti devono essere pagati puntualmente.