Fantacalcio, Di Natale non è più un top player?

0

Com’è straordinaria la vita, che un giorno ti senti come in un sogno e poi ti ritrovi all’inferno.” cantava Dolcenera. E sembra essere quanto capitato ad Antonio Di Natale. Classe 1977, leader del fantacalcio per moltissimi anni. Capocannoniere per due stagioni consecutive (2009/2010 e 2010/2011), secondo nella classifica cannonieri dei giocatori ancora in attività in Serie A con i suoi 207 gol e rigorista. Questi solo alcuni numeri del capitano e idolo dell’Udinese. Capita così che se per poco ti distanzi da questi numeri si comincia a sospettare che tu sia un calciatore finito. Stesso destino capitato al collega (anche in età) Francesco Totti (si veda qui). Il problema, così come per Totti, è relativo sì all’età, ma soprattutto all’ultimo calciomercato. Dzeko da una parte e Zapata dall’altra hanno tolto i rispettivi posti da titolare inamovibile che Totti e Di Natale avevano ancora nella passata stagione. Passata stagione che, nonostante un Udinese poco convincente, ha visto Di Natale segnare 14 gol (di cui uno solo su rigore) e avere una fantamedia che lo ha posizionato al quinto posto, dietro ai mostri sacri Tevez e Toni e alle rivelazioni Dybala e Berardi. Per quanto riguarda questa stagione bisognerà capire quanto Di Natale rientrerà nei piani di Colantuono. Non tanto in termini di presenze, ma anche e soprattutto in termini di continuità. Siamo convinti che il suo, ancora per quest’anno, Di Natale sia capace di farlo. Forse non per l’Udinese, che non può certo confidare solo in lui, ma per tutti i fantallenatori che ai suoi gol e alle sue prestazioni fanno affidamento.