Fantacalcio, “Ma che partita hanno visto?” Analisi 15ᵃ giornata

0

Torna la rubrica “Ma che partita hanno visto?” dedicata al Fantacalcio che analizza le discrepanze più significative nei voti dati dai tre quotidiani sportivi Nazionali: La Gazzetta dello Sport di Milano, il Corriere dello Sport di Roma e TuttoSport di Torino. Quest’oggi come non facciamo di solito analizziamo anche la diatriba del primo goal della Fiorentina che sta tanto facendo penare tutti i fantallenatori.

BADELJ-KALINIC? – Partiamo oggi analizzando il discusso primo goal della Fiorentina conteso tra Badelj e Kalinic. La dinamica è semplice: tiro da fuori area di Badelj deviato dall’attaccante croato che finisce in rete. Ora la Lega Serie A, l’ente ufficiale che stila la classifica marcatori di Serie A, ha applicato il proprio regolamento in merito attribuendo il goal a Badelj. La regola dice che se un tiro è indirizzato nello specchio della porta, il goal è da attribuirsi a chi lo ha effettuato nonostante subisca una deviazione di un suo compagno. Il Corriere e TuttoSport si sono allineati alla decisione della Lega mentre la Gazzetta dello Sport ha deciso, per la gioia di tutti i fantallenatori che lo avevano, di attribuire invece il goal a Kalinic. Dalle immagini sembra evidente come la deviazione del numero 9 della Fiorentina risulti decisiva per spiazzare Karnezis ed è quindi giusto attribuire il goal a Kalinic. Insomma, se avete Kalinic al fantacalcio e usate il Corriere rassegnatevi.

HIGUAÍN – Partite giocate 15. Goal realizzati 14. Ormai i numeri dell’attaccante argentino del Napoli non fanno più notizia. Ieri nonostante la sua doppietta il Napoli è uscito sconfitto dal Dall’Ara perdendo 3-2 contro il Bologna. Tutti i suoi fantallenatori possono ritenersi soddisfatti, +6 e 7 in pagella sia del Corriere che dalla Gazzetta dello Sport. Non crediamo che qualcuno in Italia faccia il Fantacalcio con TuttoSport, ma a puro titolo informativo, il quotidiano di Torino ha dato inspiegabilmente 5.5 a Higuaín facendolo diventare uno dei pochi doppiettisti della storia (se non l’unico) a non registrare una sufficienza in pagella.

BORRIELLO – Altra partita problematica, e stavolta i quotidiani non si sono messi d’accordo, è stata Carpi-Milan. I rossoneri non sono andati oltre lo 0-0 al Braglia di Modena e Borriello, pur non avendo segnato, è stato uno dei migliori in campo. La Gazzetta dello Sport gli ha addirittura messo 7.5 contro il 6.5 del Corriere e il 7 di TuttoSport. Ora facendo una contrastiva analisi sterile sembra assurdo come lo stesso giornale possa dare mezzo voto in più all’attaccante ex Roma rispetto a Higuaín con due goal di differenza tra i due, ma tant’è. Siamo assolutamente d’accordo che Borriello ha fatto una signor partita ieri sera e che ha aiutato tantissimo la squadra facendola salire e aiutandola ad avanzare il baricentro ma 7.5 sembra davvero troppo.

MIGLIACCIO – Giocare 30 secondi ed essere espulsi, si può. Lo dimostra Migliaccio che ieri in Atalanta-Palermo impiega mezzo minuto a rimediare un rosso diretto all’76esimo per un’entrata scomposta. La squadra bergamasca non ne ha risentito in quanto era già avanti di due goal e anzi dopo quattro minuti ha siglato il 3-0 ma quando un giocatore subentrante si fa espellere in maniera così imprudente è impensabile che i pagellisti gli diano più di 4 come hanno fatto sia la Gazzetta che TuttoSport dandogli 5. Il Corriere giustamente punisce il centrocampista con il quattro.

discrepanze15
Discrepanze significative della Quindicesima Giornata, DailyNews24.it