sabato, Maggio 25, 2024
HomeCronacaFassino: “Putin sul nucleare bleffa, non credo voglia distruggere il mondo”

Fassino: “Putin sul nucleare bleffa, non credo voglia distruggere il mondo”

A oltre un anno dall’inizio dell’occupazione russa in Ucraina, la minaccia nucleare è sempre più concreta, con Putin che – secondo varie intelligence – sarebbe pronto a far esplodere ordigni tattici per tagliare le gambe alla resistenza di Kiev e per scoraggiare un intervento della comunità internazionale.

In questo clima di preoccupazione, i social hanno ricordato “la profezia al contrario” di Pietro Fassino, ex sindaco di Torino, che in passato si è distinto per le sue previsioni così  sbagliate dall’avverarsi al rovescio. Come non citare per esempio il suo invito a Beppe Grillo “fondi il suo partito e vediamo quanti voti prende”, provocazione da cui prese vita il Movimento 5 Stelle.

Ebbene, secondo molti utenti, ci sarebbero altre dichiarazioni dell’ex Ministro che potrebbero presto portare sfortuna. In un’intervista del 2019, infatti, il giornalista Mauro Manzin chiese a Fassino se la minaccia della Russia sull’uso delle armi nucleari in Ucraina fosse reale, ottenendo una risposta molto rassicurante: “No, sta bluffando. Non credo che convenga, in primis, proprio a Putin: il mondo si può distruggere una volta sola. È questo che vuole? Non penso”.

Una frase che secondo molti – oltre a essere invecchiata molto male – potrebbe aver portato sfortuna. “È stato bello conoscervi, addio” ha scritto per esempio un utente, scherzando sul fatto che Fassino con la sua iettatura ci abbia condannati a un conflitto nucleare: “L’ha detto davvero? Allora siamo spacciati” si legge in un commento successivo.

Le altre “profezie al contrario” di Fassino

Nel corso degli anni, Fassino si è reso protagonista di numerose affermazioni che gli si sono poi rivolte contro. L’ex sindaco di Torino aveva tra l’altro già portato sventura all’Ucraina, sostenendo che Vladimir Putin non avrebbe sferrato un’iniziativa militare su larga scala. Pochi mesi dopo l’esercito russo iniziò ad avanzare verso Kiev gettando il Paese nel caos.

Tra le altre “profezie al contrario” segnalate dagli utenti, c’è anche la sfida lanciata a Chiara Appendino a candidarsi sindaca, finita – neanche a dirlo – con la vittoria dell’esponente pentastellata e la iettatura sul PD nel 2016, che Fassino considerò “infallibile” poco prima della disfatta al Referendum che portò alla crisi del Governo Renzi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME