Federico Fashion Style, il sorprendente cambiamento del parrucchiere più famoso della tv

0
Federico Fashion Style, fonte: screenshot youtube

È sorprendente il cambiamento di uno dei parrucchieri più famosi della televisione italiana. Si tratta di Federico Fashion Style, divenuto noto per “Il Salone delle Meraviglie”, programma che va in onda su Real Time e che l’ha fatto conoscere al pubblico e alle celebrità. Dai capelli impeccabili e dallo stile estroso e originale, è sorprendente il cambiamento del parrucchiere.

IERI E OGGI: IL CAMBIAMENTO – Prima del suo approdo in televisione, Federico Lauri era un volto noto solo ad Anzio, città dove ha il suo primo salone. Sentimentalmente legato a Letizia, sua compagna dal lontano 2007 e fidanzata ufficiale dal 2013. Dal loro amore è nata Sophie Maelle, ma il matrimonio non è ancora contemplato dalla coppia.

Il successo ha solo cambiato il look di Federico, da come si può vedere anche dalle sue vecchie foto. Dagli scatti si può vedere l’incredibile cambiamento dell’aspetto del parrucchiere che ha detto addio alle sopracciglia ad ali da gabbiano e ai capelli corti, lasciando crescere il curato ciuffo e la barba incolta. Inoltre, l’uomo ha rivoluzionato il suo stile, abbracciando i completi colorati e paiettati.

IL SUCCESSO E LE CRITICHE – Messo piede nel mondo televisivo, Federico Fashion Style ha conquistato il tanto sudato successo. Partito da Anzio, ora è l’hair-style più richiesto dai vip, grazie anche a Valeria Marini. Da questa notorietà, però, sono nate le prime critiche dovute ai prezzi dei vari trattamenti.

A farlo finire al centro della polemica è stata una youtuber, Chiara Facchetti, accusandolo di aver pagato un prezzo spropositato nel suo salone. La ragazza, però, non è stata l’unica. A queste critiche, Federico ha spiegato che prima di tutto è solito fare un preventivo alle clienti. Inoltre, ha ribadito che il prezzo va in base ai servizi e ai trattamenti richiesti. Nonostante le critiche, il parrucchiere continua a conquistare sempre più successo.

Per vedere le foto, clicca qui.