Fedez, la replica alle dure dichiarazioni di Marracash: “Trovo molto pericoloso dire…”

0
Chiara Ferragni e Fedez, fonte: profilo Instagram ufficiale fedez

Anche quando in realtà non fa nulla, Fedez finisce comunque al centro dell’attenzione. Questa volta a farlo finire nel mirino dei social sono state le dichiarazioni di Marracash, volto noto nella scena rap, rilasciate in occasione del lancio del suo ultimo album.

Come ha ben dimostrato nel corso degli ultimi anni, il marito di Chiara Ferragni è sempre pronto alla replica. Infatti, i social non hanno dovuto attendere molto prima di leggere la risposta dell’ex giudice di X-Factor.

“Trovo molto pericoloso dire…” – In occasione del lancio del suo ultimo disco, Marracash ha detto la sua sul  collega: Non è una cosa personale. Io e lui abbiamo visioni della vita opposte e antitetiche. Lui rappresenta quelli che si impegnano oggi per una cosa e domani per un’altra senza avere credibilità, senza conoscere il problema. Io posso parlare di galera perché conosco chi ci è andato. Elodie può parlare di gay perché lo sono persone della sua famiglia“. 

Delle dure parole che hanno però trovato la replica dell’artista. Nelle sue IG Stories, Federico ha così esordito: “Dispiace leggere da una persona come Marracash, che reputo intelligente e sensibile, una cosa così. Non conosci le storie dei membri della famiglia, ma non è questa la cosa che mi stranisce del tuo discorso. Spesso io e Elodie ci siamo spesi per le medesime battaglie ed ho sempre apprezzato quello che ha fatto“.

Proseguendo nel suo discorso, il rapper ha fatto notare che: “Esistono migliaia di attivisti in Italia che portano avanti ogni giorno battaglie per i diritti civili, senza entrare personalmente in una delle categorie per le quali combattono. Io credo sia così che si ottengono delle conquiste: quando il problema di una minoranza diventa un problema da risolvere per tutti”.

Fedez ha poi concluso così: “Trovo divertente la frase ‘parlo di galera, perché conosco chi ci è stato’, che è come dire ‘ti sistemo io l’impianto elettrico perché mio zio è elettricista’. Trovo molto pericoloso dire ‘Elodie può parlare di gay perché lo sono alcuni membri della sua famiglia’. Perché sarebbe come dire ‘per le discriminazioni razziali si possono battere solo i neri e i loro parenti'”.