Fergie: l’ex cantante dei Black Eyed Peas ha rivelato che la sua dipendenza da metanfetamina

0
Fergie, Fonte Foto: Google
Fergie, Fonte Foto: Google

Fergie all’inizio della sua carriera era il membro del trio femminile delle Wild Orchid, ma poi diventò un membro dei Black Eyed Peas. Oggi è una solista.

La cantante ha rivelato alla rivista britannica iNews che la sua dipendenza dalla metanfetamina era così grave, che aveva allucinazioni tutti i giorni.

“Soffrivo di psicosi e demenza indotte chimicamente. Ci è voluto un anno dopo avere smesso con la droga perché le sostanze chimiche nel mio cervello si sistemassero e io smettessi, finalmente, di vedere le cose. Stavo seduta, e vedevo un’ape o un coniglio, a caso.” Ha spiegato durante l’intervista l’ex voce dei Black Eyed Peas.

Fergie ha trascorso un periodo buio e difficile che però le ha dato forza.

“La faccenda della droga è stata molto divertente… fino a quando non è più stato così. Ma in realtà ringrazio il giorno in cui mi è successo. Perché da lì sono emerse la mia forza, la mia fede, la mia speranza in qualcosa di meglio.”

Fergie ha deciso di raccontare la sua storia nella speranza di aiutare altre persone che non riescono a fare a meno della droga. L’approccio alla metanfetamina risale all’inizio della sua carriera nel gruppo femminile Wild Orchid. 

La cantante, oggi 42enne, ha provato a piegare il perché aveva ricorso alla droga a quei tempi.

“La droga è seducente. Ma è interessante spiegarsi i motivi per cui si inizia. Credo c’entri il fatto di avere iniziato a lavorare nel mondo dello spettacolo fin da bambina: ho imparato a sopprimere le emozioni.”

Il 4 settembre la cantante ha ufficializzato la sua separazione dal marito, Josh Duhamel. I due hanno la custodia congiunta del figlio Axl Jack, nato 4 anni fa. Tuttavia l’artista sta affrontando la separazione nel migliore dei modi. Ora è serena e promette a se stessa di non ricadere nel baratro della droga.