Fermo per Davide Giugliano: vertebra fratturata

0

Stagione conclusa per Davide Giugliano che, dopo la caduta di Gara2 a Laguna Seca, ha scoperto di avere una vertebra fratturata: la D3. Dopo l’infortunio, sempre alla spina dorsale, lo scorso febbraio, il pilota romano era stato costretto a saltare ben quattro mesi di gare dovendo seguire un programma di recupero molto rigido dal momento che si era fratturato la L1 e la L2 nel brutto highside nei test a Phillip Island. Tornato in Italia, l’alfiere Ducati ha ritenuto opportuno svolgere ulteriori accertamenti e il 23 luglio, dopo la risonanza magnetica e la TAC, si è scoperta la nuova frattura. Stop di quattro mesi prima di poter riprendere l’attività fisica: stagione conclusa. Ducati ha già divulgato che a Sepang la moto di Davide non verrà data in consegna a nessuno, mentre per Jerez verrà schierato Michele Pirro, già wildcard a Misano e con ottimi risultati oltre che tester ufficiale e di fiducia di Borgo Panigale e concorrente del CIV prossimo a candidarsi campione del mondo. Nei primi test le aspettative per Davide e da Davide stesso erano altissime ma, con il passare dei mesi i castelli sono crollati e a oggi ci troviamo faccia a faccia con la dura realtà. “Sicuramente l’amarezza è il sentimento principale in questo momento… Evidentemente il 2015 non era la mia stagione. E’ inutile però rattristarsi ulteriormente: è andata cosi e la cosa più importante è che anche questa volta il trauma si possa risolvere senza conseguenze. Servirà un altro po’ di tempo, che spero passi in fretta, per poter ritornare presto in sella alla mia Panigale.”