I film di gennaio 2018: da quelli più interessanti a quelli meno

0

I film usciti a Gennaio. Non mancano le risate e i drammi in questo primo mese dell’anno.

Made in Italy.

Il film scritto e diretto da Luciano Ligabue. La pellicola è ispirata dal suo album “Made in Italy” uscito nel 2016. La trama racconta di Riko. Un uomo di 50 anni, nato e cresciuto in una cittadina emiliana. Riko è operaio nel salumificio dove lavorava suo padre, e ha sposato, molto giovane, Sara, una parrucchiera. È un uomo onesto, vive di un lavoro che non ha scelto. Ma anche se fa una vita preimpostata, può contare su un gruppo di amici veri e su una moglie che, tra alti e bassi, ama da sempre. Suo figlio è il primo della famiglia ad andare all’università. Quando perde le poche certezze con cui era riuscito a tirare avanti, la bolla in cui vive si rompe e Riko capisce che deve prendere in mano il suo presente e ricominciare.

Il vegetale.

La pellicola è prodotta dalla Walt Disney, il regista è Gennaro Nunziante. Ma il protagonista è Fabio Rovazzi, youtuber e cantante italiano. La dinamica ruota attorno a Fabio Rovazzi. Il ragazzo è un neolaureato milanese in cerca di lavoro, figlio di un ricco uomo, Bruno Rovazzi. Il padre non vuole aiutare il figlio a trovare un lavoro definendolo un incapace, il vegetale. Il ragazzo inizia a fare dei colloqui, e viene ingaggiato per volantinaggio. Nel frattempo, padre ha un incidente stradale con la sua compagna. Fabio si ritrova così titolare della sua impresa, con una sorellina a carico che a malapena conosceva. Fabio però non accetta i compromessi del padre e denuncia un tentativo di abuso edilizio, finendo però per chiudere l’impresa del padre.

Nel frattempo la ditta di volantinaggio lo cerca di nuovo. E gli propone uno stage in un paesino del centro Italia. Fabio si trasferisce, però scopre che lo stage consiste nel raccogliere pomodori. Nonostante tutto va avanti e qui conosce Caterina e Armando. Tra Fabio e Armando nasce una bella amicizia. Il giovane si innamora di Caterina, però scopre che la ragazza sta per sposarsi.

Terminato lo stage, Fabio torna a Milano. Tornato nell’impresa che gli aveva offerto lo stage, scopre che il presidente altro non è che il suo amico Armando. Questo lo vorrebbe assumere per un ulteriore stage, in un’impresa di pulizie, ma Fabio non ci sta.

Poco tempo dopo il vecchio team dell’impresa del padre cerca di raggirarlo di nuovo, ma lui non cede il terreno in sua proprietà. Decide di mettere su un’impresa di prodotto biologici e ha un ottimo successo. Qui impiega anche il padre, in permesso di lavoro durante la detenzione carceraria. Poco tempo rincontra Caterina con cui inizia una relazione.

L’uomo sul treno – The Commuter.

Il regista è Jaume Collet-Serra. Liam John Neeson, veste il ruolo del protagonista. La trama: Michael MacCauley è un pendolare che da circa vent’anni, tutti giorni feriali, si reca a New York. Finché non perde il lavoro. Prima era un agente di polizia e ha ancora amici nel dipartimento. Sul treno del ritorno incontra però una donna misteriosa che gli offre centomila dollari in cambio della sua collaborazione. La donna vuole che trovi una persona di cui sa solo che non si tratta di un passeggero abituale. Lui non sa se prenderla sul serio o meno finché non scopre che i soldi ci sono davvero. Scopre che la donna ha in pugno la propria famiglia. A quel punto deve per forza stare al gioco.

Finalmente Sposi.

Per la regia di Lello Arena. E’ una commedia con protagonisi il duo, Arteteca. La coppia comica è conosciuta grazie alla trasmissione: Made in sud. La trama narra di una coppia insieme da tredici anni. Lei stufa di assistere ai matrimoni delle sue amiche, dà un ultimatum al suo fidanzato. Monica chiede a Enzo di farle la proposta durante un pranzo, in un ristorante. Il ragazzo alle strette davanti a molti testimoni le fa la proposta. I due organizzano il matrimonio, ma scoprono il giorno del loro matrimonio di esser stati licenziati. Monica e Enzo, si sposano nonostante tutto e tengono all’oscuro la propria famiglia. Il matrimonio ha indebitato entrambi. Quindi, la coppia è costretta a trasferirsi in Germania per lavoro, invece di andare in America per il viaggio di nozze. Tra molte peripezie i giovani trovano lavoro, una nuova famiglia e molto amore…Ma il loro desiderio rimane: Napoli.