Finalmente il Chelsea esonera Mourinho

0

Il Chelsea ha finalmente deciso di esonerare Mourinho, che soltanto sette mesi fa poteva godersi i festeggiamenti per il primo posto raggiunto in Premier League. E’ una notizia rilasciata dal Chelsea stesso, il quale attraverso il suo sito ufficiale rende noto che: “Il Chelsea e José Mourinho si sono separati oggi di mutuo accordo. Tutti al Chelsea ringraziano José per il suo immenso contributo da quando è tornato nell’estate 2013. Le tre Premier League, la FA Cup, la Community Shield e le tre Coppe di Lega vinte nell’arco delle due esperienze ne fanno il tecnico più vincente nei nostri 110 anni di storia. Ma sia José che la società concordano sul fatto che i risultati non sono stati abbastanza buoni in questa stagione e credono che sia nel miglior interesse di tutti prendere strade diverse. Il club desidera mettere in chiaro che con José ci si lascia in buoni rapporti“.

L’esonero di Mourinho è stato inevitabile, e anzi molti chiedevano un suo sollevamento anche prima. Probabilmente Abramovich ha concesso una tale fiducia al portoghese considerando la buonuscita che gli sarebbe spettata in caso di esonero, che ammontava all’incredibile cifra di 40 milioni di sterline. Ma dato che si tratta di una rescissione consensuale, frutto dei buoni rapporti tra Mourinho e la società, il Chelsea sborserà molto meno: secondo il Telegraph, il costo dell’operazione vale circa 10 milioni di sterline.

In ogni caso, l’allontanamento di Mourinho lascia molti dubbi sulle capacità del Chelsea di risollevarsi nel prossimo futuro: il portoghese è infatti noto per essere un motivatore nato e il fatto che lui non sia riuscito a sistemare la situazione conferma ancora una volta che il problema dei blues è più che altro fisico, presumibilmente perché la la preparazione estiva è stata molto scadente. Chi ha visto il match tra Leicester e Chelsea lunedì scorso si sarà forse accorto che i ragazzi di Ranieri correvano il triplo rispetto agli avversari e che Diego Costa sembrava un giocatore a fine carriera in mezzo a difensori apparentemente insuperabili. Negli ultimi tempi Mourinho aveva addirittura iniziato a criticare i suoi stessi giocatori, affermando proprio nel post partita con il Leicester di sentirsi “tradito” da alcuni elementi della squadra e, di fatto, lasciando intendere di aver terminato tutte le carte a sua disposizione.

Adesso tutti vogliono sapere cosa accadrà: chi siederà sulla panchina del Chelsea? Voci di corridoio affermano che la società stia cercando un traghettatore fino a fine stagione, per poi valutare un eventuale ricambio in panchina, che poi risulterebbe la vera scelta per il futuro. Attualmente Juande Ramos e Hiddink appaiono le opzioni più plausibili, ma qualcuno parla inverosimilmente anche di Brendan Rodgers, sollevato giusto un paio di mesi fa dalla panchina del Liverpool.