venerdì, Giugno 14, 2024
HomeSportCalcioFranck Kessié, il diciannovenne ivoriano col vizio del gol

Franck Kessié, il diciannovenne ivoriano col vizio del gol

Franck Yannick Kessié nasce a Ouragahio, in Costa d’Avorio, il 19 dicembre 1996. Calcisticamente muove i primi passi nel suo paese con la Stella Club d’Adjamé, in Italia viene tesserato nel gennaio del 2015 dall’Atalanta. Il 26 agosto dello stesso anno va in prestito a Cesena dove disputa il campionato di serie B, con gli emiliani gioca 37 partite ed è autore di quattro gol. A fine stagione torna a Bergamo esordendo in serie A il 21 agosto 2016. Nonostante la sua giovane età vanta già sette presenze con la nazionale maggiore.

Frank Kessié nasce come difensore centrale ma in Italia, a partire dalla stagione a Cesena, ha giocato stabilmente come centrocampista centrale. Il talento ivoriano, 183 cm per 76 kg, oltre ad essere forte nello scontro fisico risulta essere bravo nel colpo di testa. Personalità e concentrazione sono i punti di forza che gli consentono di poter giocare sia come difensore centrale che come centrocampista di rottura.

Quello che ormai può essere definito il nuovo idolo di Bergamo ha conquistato i tifosi nerazzurri a suon di gol. Sono infatti quattro le reti messe a segno da Kessié nelle prime tre uscite stagionali. Dopo la doppietta all’esordio in serie A contro la Lazio, il centrocampista ivoriano si è ripetuto contro la Sampdoria, e domenica ha marcato di nuovo il tabellino segnando su rigore nel match contro il Torino. Attualmente è in testa alla classifica marcatori del nostro campionato.

La domanda che ogni fantallenatore si pone è: come proseguirà il campionato di Frank Kessié? Difficile pensare che il ragazzo appena diciannovenne possa mantenere questa media realizzativa, il centrocampista rivelazione dell’Atalanta ha però dimostrato personalità e maturità quindi sembra doveroso continuare a dargli fiducia. In ottica bonus il promettente talento ivoriano potrebbe garantire ancora qualche gol, soprattutto se riuscirà a battere la concorrenza dagli undici metri di Alberto Paloschi, che salvo future direttive da parte di mister Gasperini, dovrebbe restare il primo rigorista dell’Atalanta. Vista la posizione che ricopre in mezzo al campo non dovrebbero mancare anche i malus, qualora dovreste acquistarlo a cifre ragionevoli quindi occhio a schierarlo soltanto in determinate partite.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME