Milan, clamoroso: arrestato un magazziniere

0

Non c’è pace in casa Milan. Non bastasse il momento delicatissimo che sta attraversando in campionato, la società ha dovuto fare i conti con un episodio increscioso, nonchè inaspettato: un magazziniere, che lavorava per i rossoneri a Milanello da ben 12 anni, è stato arrestato in seguito al furto di materiale tecnico all’ interno del centro sportivo. Nella giornata di ieri, Mustapha Medhoun, 52enne, è stato sorpreso a rubare un quantitativo molto grosso di pantaloncini e magliette. Un’ attività illecita che durava da settimane e settimane: la Digos di Varese, infatti, ha trovato parecchie centinaia di capi all’ interno dell’ abitazione dell’ uomo in seguito ad una perquisizione. Il Milan aveva denunciato la sparizione del materiale già due mesi fa, senza però avere le prove certe di chi fosse il colpevole di tutto ciò. In seguito all’ accaduto, sono partite le indagini, decidendo inevitabilmente di installare delle telecamere di sorveglianza nel centro sportivo, che hanno poi sgamato il magazziniere proprio ieri, mentre stava portando via la refurtiva. Sotto osservazione ci sarebbe però anche un altro dipendente, per il quale c’è già stato il mandato di perquisizione nella propria abitazione e anche qui sono state trovate sia le magliette che i pantaloncini. Le decisioni riguardo quest’ ultimo sono in fase di sviluppo, mentre per Medhoun è già scattato l’ arresto.