ESCLUSIVA-Gabriele Sollai:”Come mi ripeto sempre “il meglio deve ancora venire” “

0
Gabriele Sollai
Gabriele Sollai

In esclusiva per Dailynews24 l’influencer Gabriele Sollai.

 

Ci racconti chi Gabriele Sollai
Sono un ragazzo molto semplice a dire il vero, ho 22 anni anche se dentro me ne sento molti di più, sono della provincia di Salerno, più precisamente di Mercato San Severino. Studio all’Università degli studi di Salerno dove frequento la facoltà di Economia Aziendale. Non sono molto espansivo, a dispetto di ciò che sembra sui social, infatti, sono spesso molto timido. Un pregio/difetto che mi appartiene da sempre è che penso molto, non lascio mai in pace il cervello.

Come è diventato un’influencer?
È stato un avvenimento molto casuale. Ho conosciuto più a fondo i social circa due anni e mezzo fa grazie ad Alessia, la mia allora ragazza, che mi mostrò per la prima volta vari influencer/blogger che riuscivano a fare della propria passione un lavoro. Sono rimasto affascinato dalla potenza che avevano questi strumenti. Ho studiato varie strategie di comunicazione e ho iniziato a “postare” foto di me, di ciò che facevo, di ciò che mi piaceva. All’inizio è stata molto dura farsi conoscere, la concorrenza è tanta visto che quello che facciamo è in una fase di crescita esponenziale di popolarità e fa gola a tanti. Ho da poco raggiunto un grande traguardo che è quello degli 80’000 followers. Se due anni e mezzo fa mi avessero detto che sarei arrivato a una cifra del genere non ci avrei mai creduto.

Secondo lei che ruolo svolgono gli influencer nella società di oggi?
Ormai gli influencers sono diventati parte integrante della società. Come dicevo prima i social sono uno strumento di comunicazione potentissimo. Con un semplice click e una connessione ad internet (che ormai quasi tutti hanno) riescono a far arrivare una foto, un messaggio, un video o una semplice GIF in ogni angolo del pianeta. Le aziende più importanti al mondo utilizzano molto gli influencer che, grazie al loro seguito e alla fiducia che si instaura con i propri followers, riescono appunto a “influenzare” in qualche modo le opinioni e indirizzano le persone verso quel Brand, quel negozio o quell’azienda.

Quali sono le sue passioni?
Le mie passioni sono tantissime, forse anche troppe. La mia passione più vecchia è il taekwondo, un’arte marziale olimpica di cui sono stato campione Italiano con l’ASD Bentis di Mercato San Severino. Un’altra mia passione è la moda, mi piace molto tenermi informato sui grandi marchi e anche scoprirne di nuovi che sono sempre più innovativi. Ovviamente c’è anche la passione per i Social di cui vi ho già parlato e per ultima, ma non per importanza, c’è l’economia che mi appassiona molto. Dimenticavo, c’è anche un’altra passione: i dolci. Sono ‘leggermente” goloso.

 

Che rapporto ha con i social network?
Li reputo molto importanti ed efficacii. Hanno un pubblico vastissimo che comprende praticamente tutte le età. A volte vengono definiti la rovina dei rapporti umani ma, secondo il mio parere, se venissero utilizzati nel modo giusto, senza abusarne e senza odio, sarebbero uno degli strumenti di comunicazione migliore mai creati. Non siamo più così distanti da New York o da Hong Kong grazie ad essi. Personalmente passo molto tempo sui social, in special modo su Instagram. Ricevo molti messaggi e cerco sempre di rispondere a tutti e in più cerco di curare sempre al meglio il  profilo per renderlo sempre più “mio”

 

Una domanda che tutte le sue fan si chiederanno. E’ single? Quale sono le caratteristiche che cerca nella sua donna ideale?
Domanda difficile. Diciamo che in questo periodo è uno dei pochi aspetti che mi piace tenere per me. Non ho un prototipo di “donna ideale”, sono dell’idea che una ragazza per piacermi non debba avere delle caratteristiche fisiche standard. Ad esempio potrei rimanere affascinato da una ragazza sia se fosse bassa che se fosse alta. Caratterialmente invece è diverso, mi piacciono le donne con un carattere forte, intraprendenti e ambiziose come me ma devono avere anche un lato dolce e premuroso. In più mi piacciono le donne solari, giocherellone, con cui si può parlare di tutto senza essere giudicato in nessun modo e che riescano a darti sempre quella scossa di cui avevi un bisogno immenso in quel preciso istante. Penso che in un rapporto sano ci si migliori a vicenda e che ci si sostenga nel momento in cui si tocca il fondo.

 

Quali sono i suoi progetti futuri?
Il mio progetto più vicino è la laurea su cui ho puntato tanto impegno. Dopodiché vorrei intraprendere qualcosa di mio, qualcosa che lasci il segno. Come mi ripeto sempre “il meglio deve ancora venire”

Gallery Gabriele Sollai