Game of Thrones 8: un nuovo record per la seconda puntata

0
Game of Thrones Final Season, fonte screenshot youtube
Game of Thrones Final Season, fonte screenshot youtube

Sono passati due giorni dalla messa in onda del secondo episodio di Game of Thrones.

La puntata non è particolarmente palpitante, rappresenta più un passaggio necessario per arrivare a quello che noi tutti non vediamo l’ora di vedere, la grande battaglia per Grande Inverno.

Ma malgrado questo e una scena che i fan digeriscono ancora difficilmente, l’episodio è interessante per altri motivi.

È un attesa. I personaggi si preparano mentalmente alla dura realtà, non tutti sopravviveranno.

Rafforzano quindi i legami già preesistenti con alcuni e con altri ne creano dei nuovi, instaurando una pace momentanea persino con i nemici di un tempo. L’obbiettivo è sconfiggere un avversario molto più pericoloso, la morte, impersonata dal Re della Notte. L’obbiettivo è combattere in nome della vita.

La puntata è concentrata essenzialmente sulle relazioni umane dei diversi protagonisti della serie, su quanto hanno da perdere.

Nonostante le buone qualità, l’episodio ha registrato un calo di ascolti, da 11,76 milioni telespettatori a 10,29. Un calo del 12,5% secondo quanto riporta la rivista Variety.

Ma fortunatamente questi numeri sono ben lontani dall’essere scoraggianti.

Infatti, la notizia è relativa esclusivamente al canale HBO, non tenendo conto quindi degli ascolti mondiali, che sia in televisione o per via dello streaming.

Inoltre la puntata si posiziona al quarto posto degli episodi più visti della serie, subito dopo gli ultimi due della stagione precedente.

Un nuovo record raggiunto quindi, il quale, se paragonato alla seconda puntata della settima stagione, rappresenta un aumento del 10,6% per gli ascolti generati dallo show (senza considerare i metodi illegali).

Se vista da questa prospettiva, la news diventa positiva. Ovviamente un calo c’é effettivamente stato, ma gli ascolti dell’episodio e in maniera più generale della serie stanno comunque andando a gonfie vele.