Game of Thrones: i motivi per cui Sansa Stark dovrebbe sedere sul trono di spade

0
Sansa Stark, Game of Thrones, fonte: screenshot di youtube

Questa notte con la messa in onda del sesto episodio di Game of Thrones, la serie volgerà a termine. Con l’ultima puntata molte domande troveranno risposte, soprattutto, la più attesa: chi salirà sul trono? Ognuno dei fan vorrebbe il proprio personaggio preferito sul trono e sono molti a volere Sansa Stark come regina di Westeros.

La ragazza Stark all’inizio di Game of Thrones ha incarnato lo stereotipo della lady. Ingenua, frivola, cadendo sul solito cliché della ragazza indifesa che ha bisogno del principe per essere salvata. Al contrario delle altre protagoniste femminili come Arya e Cersei che hanno da sempre rappresentato dei simboli di forza e potere femminile, Sansa li ha acquisiti nel corso delle stagioni.

Durante il suo percorso, la lady di Grande Inverno ha incontrato uomini che si sono rivelati, la maggior parte di loro, i suoi carnefici. Come dice lei stessa al Mastino, però, ognuno di loro le sono stati utili per diventare ciò che è adesso.

Nonostante si sia presentata come una ragazzina troppo debole per un mondo del genere, Sansa è rimasta in piedi. Ha subito tutto in silenzio, traendo una lezione dai suoi stessi errori per poi prendersi le sue rivincite. Tyrion nell’ottava stagione le fa notare: “Tanti ti hanno sottovalutata in passato, molti di loro sono morti” . Da agnello si è trasformata in lupo.

Un altro motivo per cui Sansa dovrebbe sedere al trono è la sua abilità nel comandare. Al contrario di Jon Snow che ha sempre ribadito di non volere il potere o di Daenerys che lo reclama con la furia di un dittatore. Sansa è la sola che ha dato prova di una costante lealtà e interesse verso il popolo.

Ha dimostrato lealtà anche verso chi è rimasto al fianco della sua famiglia e più di ogni altro suo familiare, ha osservato i valori della sua casa, guadagnandosi il rispetto della sua gente.

Non bisogna dimenticare che è merito di Sansa se Jon Snow è ancora in vita. Grazie a lei, il cugino ha vinto la Battaglia dei Bastardi.