Game of Thrones: il finale svelato in una playlist di Spotify

0

Benioff e Weiss, gli sceneggiatori della serie, hanno svelato di aver nascosto il finale di Game of Thrones in una playlist di Spotify. “Game of Thrones: the End is Coming”, così si intitola la playlist creata dai due sceneggiatori e che contiene 44 brani.

In ognuno di essi vi è celato un riferimento diretto o meno alla serie. Un esempio è Mama Kin dei Guns N’ Roses che sembra raccontare la storia di Daenerys e dell’evoluzione del suo personaggio.

O Girl from the North Country di Bob Dylan e Johnny Cash.

Questo brano racconta di un uomo che si tormenta per una donna del nord (Gendry e Arya?). Inoltre ci sono Winterlong di Neil Young (“Ti ho aspettata per tutto l’inverno / Sembra che il mio posto sia con te”); Wolf Like Me dei TV On The Radio; Dire Wolf dei Grateful Dead (“Il lupo minaccioso prende ciò che gli spetta“); Little Monsterdei Royal Blood (“Sono il tuo lupo, sono il tuo uomo“). I Blitzen Trapper con Furr narrano di un uomo che diviene un lupo tanto è solitario, ma ritrova la sua umanità non appena si innamora.
Un verso di Wolves of Winter dei Biffy Clyro recita:  “Questa celestiale creatura / È lei il punto / Lei che ci darà la possibilità di sopravvivere all’inverno“ che sia un riferimento alla portatrice di luce, la spada di Azor Ahai?
Laura Marling nel video ufficiale di Devil’s Spoke, circondata da fiaccola predice: “Ma io sono il tuo guardiano / E tengo il tuo viso lontano dal mio / Sono tuo finché non arriverannoOcchio a occhio, naso a naso / Strappandoci l’un l’altro i vestiti di dosso in modo molto strano“.

Durante la successione dei brani si nota un crescendo di terrore e distruzione.

“Ballo con i morti nei miei sogni/ Sento le loro urla vuote/ I morti hanno preso la mia anima/ La tentazione ha perso il controllo” suggeriscono con toni cupi e forti gli Slayer in Dead Skin Mask.
Crown on the Ground dei Sleigh Bells (“Metti la corona a terra“) che sembra alludere alla fine di Cersei o Daenerys.
Nella prima parte della playlist viene narrato un amore che sfocia nell’omicidio. Questa è la fine, mia unica amica“, “[L’assassino] Entrò nella stanza dove viveva sua sorella e poi lui…“ che sia un riferimento alla storia d’amore incestuoso tra i gemelli Lannister? Un accenno all’amore incestuoso si può trovare anche Sister di Prince.

Riferimenti agli estranei e al Re della Notte

In Immigrant Song, scritta da Robert Plant, sembra fare riferimento ai non morti: “Avanziamo controvento / Il nostro unico obiettivo è la costa occidentale“, urla Plant. “Quanto dolcemente i vostri campi tanto verdi / Possono sussurrare storie di sangue e in che modo noi abbiamo sedato / Le ondate di guerra / Noi siamo i vostri padroni“, “Così ora dovreste fermarvi e ricostruire le vostre rovine / Perché la pace e la verità possano vincere oltre il giorno / Della vostra sconfitta”.
Questa seconda parte della playlist che accenna ad un mondo post-apocalittico, termina con il verso dei Led Zeppelin:  “La pace e la fiducia possono trionfare / nonostante abbiate perso“ che annuncia una rinascita dopo la distruzione.

Tante domande sorgono dopo l’ascolto dei brani, ma solo Game of Thrones potrà dare le risposte.