Game of Thrones, quale è il vero obiettivo degli Estranei?

Una teoria diffusa online vorrebbe l'esercito del Night King in marcia verso una particolare isola dai magici poteri

0
Il "Night King" a capo degli Estranei (foto da pagina Facebook ufficiale Game of Thrones)

Con l’episodio dal titolo Il Drago e il Lupo si è conclusa la settima stagione di Game of Thrones, fortunata serie fantasy dal successo planetario tratta dal ciclo di romanzi A Song of Ice and Fire dell’autore George R.R. Martin e che vanta un sempre crescente numero di fan.

Il finale di stagione si è concluso con un clamoroso punto di svolta, mostrando l’esercito di Estranei guidati dal Re della Notte riuscire a distruggere la Barriera che li separava dalla civiltà, impresa resa possibile dalla presenza di uno dei tre draghi di Daenerys ormai ucciso e trasformato dal Night King.

I fan della serie si chiedono ora a cosi punti l’esercito di Estranei e cosa li motivi a voler raggiungere al più presto Westeros. Tra le molte teorie che circolano online ad opera degli stessi fan, ce n’è una che si sta diffondendo in modo particolare tra gli appassionati della serie, secondo cui ciò che spinge gli Estranei ad invadere i Sette Regni sarebbe la necessità di raggiungere un particolare lago chiamato God’s Eye (Occhio di Dio), di cui si fa menzione nei romanzi originali di George R. R. Martin come luogo in cui i Figli della Foresta – creatori degli Estranei – hanno stipulato un patto di pace con gli esseri umani. Al centro di questo lago vi sarebbe un’isola chiamata Isle of Faces (Isola delle facce), la quale dovrebbe avere dei poteri magici capaci di riportare in vita gli Estranei come normali esseri umani.

Stando a questa teoria, dunque, lo scopo finale dell’esercito quidato dal Night King non sarebbe quello di uccidere e trasformare in Estraneo ogni essere vivente ma, al contrario, poter tornare essi stessi in vita.

Questa ipotesi, se confermata, potrebbe avvalorare un’altra teoria molto gettonata tra i fan, quella secondo cui il giovane Bran Stark sarebbe il Night King (cosa resa possibile a seguito dei suoi viaggi nel tempo). Unendo queste due teorie, la trasformazione di Bran nel Re della Notte non sarebbe stata accidentale nè una tragica conseguenza dell’abuso dei suoi poteri, bensì una scelta intenzionale mirata a portare la pace nel regno proprio guidando l’esercito di non-morti verso l’Isola delle Facce, così da distruggere per sempre la magia dei Figli della Foresta.

Nessuna conferma in tal senso né dagli ideatori della serie né dal cast. Ai molti fan dello show intrigati da tale possibilità non resta dunque che attendere l’ottava e ultima stagione di Game of Thrones per scoprire se e quali teorie troveranno riscontro.