Gara-1 dei playoff Nba amara per gli italiani

0

Pronti via per i playoff Nba e Gara-1 riserva già delle sorprese con i San Antonio Spurs di Marco Belinelli che perdono 107 a 92 fuori casa contro i Los Angeles Clippers. 11 punti per l’azzurro in 19 minuti di gioco, ma il protagonista in Californa è Chris Paul con 32 punti. Problema alla caviglia per il campione francese Tony Parker, che mette a referto solo 10 punti. Iniziano male i detentori dell’anello ma nelle quattro partite giocate nessuna vittoria in trasferta, per cui il fattore campo evidentemente pesa.

I Cavs di King James vincono in casa contro i Boston Celtics, che comunque contro i favoriti sfoderano una discreta prestazione. 113 a 100 il risultato finale con Gigi Datome in campo per neanche 60 secondi e con nessuna possibilità di andare al tiro. Dopo un inizio di stagione pessimo però, mettere il piede sul parquet in post-season è già una bella notizia. Ottima la prova di Irving per i Cavs con 30 punti, 20 per James e 19 per Love. Per Boston il migliore è Thomas con 22 punti.

Kyle Korver regala invece un successo importantissimo di Atlanta sui Brooklyn Nets. La squadra di New York, qualificatasi all’ultimo per i playoff, non sfigura comunque in Gara-1 e sfrutta la sua fisicità per crearsi delle occasioni di tiro, non sempre ben finalizzate, nonostante i 17 punti di Lopez. Ma come detto e Korver a fare la differenza, con 21 punti e 5 triple, che indirizzano la serie a favore degli Hawks.

Partita senza storia infine a Memphis, dove i Grizzlies dominano Portland 100 a 86 con una grande prova difensiva e 20 punti di Beno Udrih. Niente da fare per i Trail Blazers, cui non basta una super partita di LaMarcus Aldridge, che mette a referto 32 punti e 14 rimbalzi.