Gara difficile ad Assen per Morbidelli e Corsi in Moto2

0

Continuano le difficoltà in casa Italtrans, in Moto2, che nelle qualifiche sprofonda nel caos più totale per poi sorprendere tutti in gara ottenendo risultati strabilianti. La gara di Assen però è stata anche compromessa dal fatto che Morbidelli doveva scontare la sua punizione per aver accumulato 4 punti di penalizzazione sulla licenza: con la bellissima rimonta firmata dal romano, sorge spontaneo chiedersi dove sarebbe arrivato senza questo intoppo. “All’inizio, molto dura con tanta gente davanti. Qualche problema, e la gomma poi è calata presto: stiamo cercando di capire perché, valutando eventuali errori e pronti a ricominciare”. Fa eco Aligi Deganello, capotecnico di Morbidelli. “Molto difficile lavorare, quando si sa che comunque si partirà dal fondo della griglia. In più abbiamo avuto un problema alla gomma posteriore: da un terzo di gara in poi il grip è andato scemando; dobbiamo capire se si è trattato di un problema legato alla gomma o al setting. Al Sachsenring bisogna fare bene, e basta”. Infine Luigi Pansera, Team Manager, conclude: “E’ un mondo di emozioni. Difficile capire il perché di alti e bassi. Se isoliamo la gara rispetto al weekend, giornata discreta. Ma, se consideriamo le ambizioni, c’è tantissimo da lavorare, e a testa bassa, per trovare continuità ad alto livello. E’ la continuità che premia. Dobbiamo capire dove non siamo a posto: ancora il bandolo della matassa ci sfugge. Il prossimo GP di Germania, a metà stagione e prima della pausa, sarà importantissimo e con l’obbligo, per noi, di dimostrare il nostro valore. Dobbiamo andarci con convinzione ed avendo sempre in mente l’obiettivo con cui siamo partiti.”

Rimanendo in tema tricolore, anche Simone Corsi ha raccolto meno di quanto sperato: “Mi aspettavo qualcosa di più da questa gara. Sono stato veloce tutto il weekend, i ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro ma le condizioni della pista erano diverse e il ritmo si è abbassato. C’era molto vento, la temperatura era più bassa rispetto ai giorni precedenti e questo ha condizionato il mio feeling soprattutto dopo il secondo start”.