Garanzia giovani: i soldi sono finiti e l’Inps respinge 17mila pagamenti

0
Garanzia Giovani

Palermo – La Regione ha terminato i fondi disponibili per retribuire i tirocinanti: tutti i ragazzi hanno lavorato nel periodo che intercorre tra il mese di ottobre e i primi di aprile, e nessuno di loro ha ricevuto parte dei soldi o, perfino, tutti i mensili.

Il caso è scoppiato qualche giorno fa, quando l’Inps ha rispedito all’assessorato i plichi contenenti le pratiche dei tirocinanti. Qualcosa, nel meccanismo del progetto che voleva contribuire alla costruzione di un futuro solido anche per i giovanissimi, non ha ben funzionato. La Regione doveva occuparsi del pagamento su disposizione dell’assessorato al Lavoro, il quale fornisce elenchi e soldi. Il tutto regolato dall’istituto pensionistico che fa da tramite tra Regione e tirocinanti. Ma, a quanto pare, i fondi non sono bastati e adesso servirebbero almeno 50 milioni per saldare il debito.

«Tutte le richieste di pagamento inviate dalla Regione per Garanzia Giovani dopo il 15 marzo sono state respinte per superamento dei limiti massimi di risorse spendibili» sostiene l’Inps. Bloccate, addirittura dal 15 gennaio, le richieste di pagamento in base al decreto legge 76. Stessa storia: «superamento del limite massimo di risorse spendibili».

Secondo la Cgil l’inceppo sarebbe stato quello di accettare tutte le richieste di tirocinio: i fondi non sarebbero bastati, e questo era noto.

L’unica speranza per i tirocinanti sarebbe di attendere ulteriori fondi da Roma, ma attualmente la situazione è in stato di fermo.