Il Napoli non si aspettava il prolungamento del ritiro

0
Gennaro Gattuso, Foto dal suo Profilo Instagram
Gennaro Gattuso, Foto dal suo Profilo Instagram

I mali degli ultimi tempi di questo Napoli sono iniziati, in parte, quando la società ha deciso il ritiro punitivo a Castel Volturno, prontamente criticato in conferenza stampa dall’ex allenatore Carlo Ancelotti, poi è successo quello che tutti sappiamo. Ieri è stato presentato Gennaro Gattuso come nuovo allenatore e la sua prima scelta ha spiazzato tutta la squadra.

L’ex tecnico del Milan ha infatti protratto il ritiro fino al match di sabato delle ore 18:00 contro il Parma che si giocherà al San Paolo. I calciatori del Napoli dunque stanotte hanno dormito nella struttura di Castel Volturno e non torneranno a casa prima di sabato, quando, dopo quella che si aspetta come la vittoria della svolta per iniziare a risalire la china in campionato e accumulare punti per avvicinarsi al quarto posto, il ritiro sarà poi interrotto.

Gennaro Gattuso vuole approfittare di questi giorni sia per compattare il gruppo che nelle ultime settimane è sembrato diviso in varie fazioni, ma soprattutto per conoscere meglio il materiale umano che ha a disposizione, che, senza dubbio, come già annunciato durante la conferenza di ieri, verrà organizzato attorno al 4-3-3 prediletto dal tecnico calabrese. 

Il Napoli è atteso da due partite prima della sosta natalizia: sabato ci sarà il Parma a Fuorigrotta, poi domenica 22 dicembre la trasferta al Mapei Stadium contro il Sassuolo. Gattuso potrà poi far ricaricare le pile alla sua squadra che dopo la sosta affronterà l’Inter in casa il 6 gennaio, ma soprattutto dovrà farsi trovare pronta per gli ottavi di finale di Champions League.