Genoa-Samp, derby infinito

0

E’ stato un derby emozionante fino all’ultimo e soprattutto con tanti gol. A spuntarla, però, è stata la Sampdoria , che ha capitalizzato le occasioni avute e ha messo in fila la seconda vittoria consecutiva della gestione Montella. Sconfitta pesante, invece, per il Genoa di Gasperini, che ha perso ben cinque partite una dietro l’altra e ora rischia di farsi invischiare nella lotta per non retrocedere. E’ servito a poco, quindi, l’impegno messo in campo dai grifoni, che nel secondo tempo hanno cercato di agguantare il pareggio ma senza successo.

La prima frazione di gioco è stata in realtà una doccia freddissima per il Genoa, che è stato costretto ad andare negli spogliatoi sotto di due gol, firmati da Eder e Soriano al 18′ e al 39′. Il Grifone, comunque, c’è: basta verticalizzare di più e far girare più velocemente il pallone, poiché entrambe le squadre si dispongono con un 4-3-3 e non sembrano offrire grandi sicurezze in difesa. Proprio per questo, però, la Samp trova anche il terzo gol al 49′, ancora con uno strepitoso Soriano, che scaraventa i tifosi genoani in un vero e proprio incubo.

Il Genoa deve reagire assolutamente e lo fa alla grande, sfruttando al massimo il suo uomo più pericoloso in attacco, Pavoletti, autore di una doppietta in poco più di dieci minuti di gioco e che di fatto crea un barlume di speranza. Gasperini chiede ai suoi di provarci, anche a costo di subire le ripartenze avversarie, ma i suoi non riescono a bucare nuovamente la difesa blucerchiata. L’ultima emozione della serata arriva nei minuti di recupero, quando Barreto riceve un buon passaggio in area ma il suo tiro centra in pieno la traversa. La Sampdoria batte così 3-2 il Genoa ed inizia nel migliore dei modi il suo 2016. Dall’altra parte, invece, la situazione si fa difficile e a questo punto Gasperini rischia seriamente la panchina.