Euro 2016, Italia finisce qui il tuo sogno!

0

La Germania si aggiudica il pass per la semifinale di Euro 2016 vincendo ai rigori per 7-6 contro L’Italia. Domani i Tedeschi aspetteranno la sfida tra Francia-Islanda per scoprire la sua avversaria in semifinale.

A Bordeaux va in scena il secondo Quarto di Euro 2016 tra Germania e Italia. I crucchi scendono in campo con un 3-4-2-1 che vede Müller e Ozil che supportano Mario Gomez. L’Italia in campo con Parolo e Sturaro che va a sostituire un De Rossi che non riesce a essere uno degli undici titolari nel solito 3-5-2 di Antonio Conte.

I campioni del Mondo in carica provano subito a fare il loro gioco che li contraddistingue, ma l’Italia non vuole aspettare e prova un cross con Florenzi, ma viene deviato in calcio d’angolo da Hector. La prima parla-goal del match c’è l’ha Giaccherini. Ma la Germania è aggressiva e concede poco agli azzurri. Al 14’ Khedira, con i soliti problemi fisici è costretto a lasciare il campo, al suo posto entra SCHWEINSTEIGER. L’Italia prova a fare male la Germania tentando un’azione di contropiede, la palla però è troppo lunga per essere presa da Giaccherini e finisce in fallo laterale. Quando si arriva quasi alla mezz’ora, sia dalla parte che dall’altra ci sono duelli e gomitate, ma per l’arbitro non sono così duri Da essere sanzionati. La Germania si vede annullato un goal: al 27’ SCHWEINSTEIGER in area di rigore si libera di  De Sciglio facendogli fallo e con un colpo di testa spinge in rete. L’arbitro se ne accorge e  concede una punizione a l’Italia. Sempre Giaccherini non coglie l’attimo per prendere un pallone lanciato da De Sciglio e Boateng recupera. Negli ultimi minuti del primo tempo la Germania ha varie occasioni per passare in vantaggio, prima con Mario Gomez e Müller poi. Il primo tempo termina con le due squadra ferme sullo 0-0.

Nella ripresa la Germania prova a passare in vantaggio senza successo. De Sciglio si fa tutta la fascia e prova a mettere in mezzo EDER. Ma quest’ultimo non controlla la palla all’interno dell’area di rigore tedesca, perdendo una grande occasione. Al 54’ Florenzi fa un salvataggio miracoloso togliendo una clamorosa palla-goal a Müller. Tra il 56’ al 59’ vengono ammoniti dei giocatori azzurri: Struraro per proteste, De Sciglio, che salterà una eventuale semifinale e Parolo. Al 64’ la Germania passa in vantaggio: da un’azione partita addirittura da Neuer è una disattenzione dell’Italia il pallone arriva a Ozil che partendo da dietro alla difesa azzurra insacca Buffon. Ma gli Italiani non si arrendono, e con coraggio e orgoglio che li ha contraddistinti proprio in questo Europeo cercano il goal del pareggio. Goal che arriva al 78’ sul calcio di rigore: Boateng si improvvisa Portiere per spazzare una palla insidiosa, ma Viktor se ne accorge e concede la battuta dal dischetto, poi realizzato da Bonucci per l’1-1 dell’Italia. Sia l’Italia che la Germania cercano di evitare i supplementari imponendosi sull’altra, ma nulla da fare la sfida è ancora tutta da scrivere.

Nei tempi supplementari i giocatori di entrambe le squadre iniziano a sentire la stanchezza, ma bisogna giocare perché una delle due deve uscire vincitrice dallo stadio di Bordeaux. Le squadre giocano, creano occasioni ma entrambe stanno attente a non fare errori che poi si rivelerà fatale per la propria Nazionale. Ma nulla la partita non vuole terminare. Allora ecco  che si arriva alla “lotteria” dei Rigori. Purtroppo anche questi rigori sono sfortunati. L’Italia esce ai quarti. Ma per questa Italia è un grande successo visto che all’esordio la davano tutti per sfacciate e molti avevano già scommesso che L’Italia non sarebbe andata oltre i gironi.